menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Bollettino coronavirus a Milano e in Lombardia: 1.987 i nuovi positivi al covid e 21 morti

I numeri ufficiali sulla pandemia comunicati da Regione Lombardia quotidianamente

Il bollettino ufficiale di domenica 14 febbraio sui casi di nuovi contagi da coronavirus in Lombardia. Diminuiscono i ricoverati nelle terapie intensive (-1) e nei reparti (-12). A fronte di 30.289 tamponi effettuati, sono 1.987 i nuovi positivi (6,5%), di cui 101 'debolmente positivi'.

I guariti/dimessi sono in totale complessivo: 484.680 (+500), di cui 3.330 dimessi e 481.350 guariti. In terapia intensiva ci sono 364 (-1). I ricoverati non in terapia intensiva sono 3.562 (-12). I decessi sono in totale 27.781 (21 nelle ultime 24 ore).

I nuovi casi per provincia sono così divisi: Milano: 504 di cui 210 a Milano città; Bergamo: 162; Brescia: 617; Como: 83; Cremona: 52; Lecco: 40; Lodi: 23; Mantova: 56; Monza e Brianza: 228; Pavia: 85; Sondrio: 44 e Varese: 49. 

Bollettino coronavirus 14 febbraio 2021-2

L'idea del lockdown totale contro le varianti

Alcuni esperti da alcuni giorni invocano il lockdown totale contro le varianti del covid. L'ultimo in ordine di tempo è stato Walter Ricciardi, consulente tecnico del ministero della Salute. "È necessario un lockdown totale in tutta Italia immediato, che preveda anche la chiusura delle scuole facendo salve le attività essenziali, ma di durata limitata. È urgente cambiare subito la strategia di contrasto al virus SarsCov2: è necessario un lockdown totale in tutta Italia immediato, che preveda anche la chiusura delle scuole facendo salve le attività essenziali, ma di durata limitata".

"Va potenziato il tracciamento e rafforzata la campagna vaccinale. Perché -  ha proseguito Ricciardi - è evidente che la strategia di convivenza col virus, adottata finora, è inefficace e ci condanna alla instabilità, con un numero pesante di morti ogni giorno. Ne parlerò col ministro Speranza questa settimana" ha chiosato Ricciardi. L'obiettivo è (o dovrebbe essere) quello di scongiurare il diffondersi di pericolose mutazioni del Sars-Cov-2. Tutte le varianti del virus "sono temibili e ci preoccupano ma, in particolare, quella inglese risulterebbe essere anche lievemente più letale e sta facendo oltre mille morti al giorno in Gran Bretagna". Per questo, ha concluso, "alcuni Paesi hanno già optato per la chiusura drastica. L'Italia è in ritardo, penso avremmo dovuto prendere misure di chiusura già 2 o 3 settimane fa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento