menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto da archivio

Foto da archivio

Brugherio, emergenza nella Rsa: 15 ospiti della casa di riposo Villa Paradiso trasferiti

A spiegare che cosa è accaduto nella giornata di sabato nella casa di riposo di via Dante è stato lo stesso sindaco Marco Troiano in un post su Facebook

L'emergenza coronavirus ha messo in ginocchio le Rsa di tutta la Lombardia e a Brugherio, in seguito ad alcuni nuovi contagi registrati nella struttura Villa Paradiso, in via Dante, nella giornata di sabato è stato organizzato il trasferimento d'urgenza di una quindicina di ospiti. A far scattare la mobilitazione dei soccorsi che - vestiti con le tute, gli occhiali isolanti e le mascherine - sono entrati all'interno della casa di riposo sarebbe stata la telefonata di un medico che avrebbe spiegato che la situazione era ormai insostenibile a causa anche della carenza di personale.

A precisare che cosa è accaduto nella giornata di sabato nella struttura di via Dante è stato lo stesso sindaco Marco Troiano in un post sui social.

"Mentre vi posso confermare che la situazione è assolutamente sotto controllo al Bosco in città, da ieri mattina è emersa, in un contatto con il responsabile della struttura, una situazione di forte criticità e preoccupazione a Villa Paradiso, dove già nei giorni precedenti erano stati fatti alcuni tamponi agli ospiti presenti nella struttura" ha esordito Troiano.

"Fin da ieri mattina ho attivato un canale di comunicazione ed informazione con la direzione generale e la direzione socio sanitaria dell’ATS per verificare la situazione, anche a partire dalla necessità di un rafforzamento del personale addetto all’assistenza" si legge nella nota.

"La situazione è complessa, ovviamente. Ma è seguita con attenzione dalle autorità sanitarie e regionali, che si sono attivate da subito, appena avuta la notizia della criticità che si stava manifestando in via Dante. Vi chiedo un pensiero speciale per tutti gli ospiti di Villa Paradiso e per chi si sta occupando di loro e della loro salute" ha concluso Troiano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento