menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Buoni spesa a Lissone: i requisiti richiesti e le modalità per richiederli

Dal 16 dicembre è possibile chiedere i buoni spesa a Lissone, con nuove modalità d'accesso: gli importi andranno da 360 ad un massimo di 840 euro

Tornano i buoni spesa a Lissone, destinati a chi si trova in difficoltà a causa della pandemia da Covid-19.

Finanziati con uno stanziamento di 200mila euro, i buoni pasto possono essere richiesti da mercoledì 16 dicembre. L’entità del buono sarà rapportata al numero di componenti del nucleo, e varierà da un minimo di 360 euro ad un massimo di 840 euro. Ne potrà beneficiare anche chi autocertificherà un patrimonio mobiliare complessivo inferiore a 6mila euro (in primavera il limite era stato fissato a 3mila).

Dove usarli

I beneficiari dei buoni spesa riceveranno carte prepagate utilizzabili presso i 6 supermercati aderenti all’iniziativa e buoni spesa cartacei nominativi spendibili in 10 negozi di prossimità della piccola distribuzione. Gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa saranno riportati in un apposito elenco pubblicato sul sito del Comune.

Lo scopo dei buoni spesa è quello di garantire alle famiglie in situazione di fragilità economica l’acquisto di generi alimentari. 

Come presentare la domanda

La domanda dovrà essere presentata in modalità telematica, compilando l’apposito modulo on line che sarà reso disponibile sul sito del comune di Lissone, dichiarando e allegando quanto richiesto, fino a esaurimento dei fondi disponibili.

Le informazioni sulla Misura di Solidarietà Alimentare potranno essere richieste telefonando al numero 335/6100708 attivo dal
lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12 e il mercoledì e il venerdì dalle 14.30 alle 17.30. In caso di particolari necessità, il comune di Lissone fornirà l’ausilio necessario per la presentazione della domanda.

Per ottenere i buoni spesa è necessario soddisfare i seguenti requisiti:

  1. Residenza nel comune;
  2. Titolo di soggiorno in corso di validità (per i cittadini stranieri non appartenenti all’Unione Europea);
  3. Autocertificazione del patrimonio mobiliare complessivo del nucleo familiare (conto corrente e eventuali conto titoli libretti postali ecc) inferiore a 6mila euro complessivi;
  4. Autocertificazione delle entrate economiche percepite nell’ultimo mese, che non dovranno essere superiori alle soglie massime di accesso, riferite al numero di componenti del nucleo familiare:
  • 1 persona: 700 euro
  • 2 persone: 850 euro
  • 3 persone: 1000 euro
  • 4 persone: 1150 euro
  • 5 persone: 1300 euro
  • oltre 5: 1500 euro 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento