rotate-mobile
Coronavirus

Cani e gatti non possono trasmettere il Coronavirus, ma possono contrarlo: ecco come proteggerli

Vuoi difendere il tuo animale dal contagio? Ecco qualche utile consiglio fornito dall'ISS

Come sottolineato dall’Istituto Superiore di Sanità, gli animali domestici, anche se non contagiosi, possono contrarre il Covid-19 dall’uomo, e di conseguenza ammalarsi. Non essendoci un programma attivo di osservazione per i nostri amici a quattro zampe, i casi certi di positività a livello globale sono solo 4, risultati da segnalazioni occasionali. Tuttavia, si pensa che gli animali domestici positivi al virus siano molti di più. 

L’Istituto Superiore di Sanità afferma in merito: “La diffusione dell’infezione da virus SARS- CoV-2 nell’uomo avviene per contatto interumano. Tuttavia, i gatti, i furetti e in misura minore i cani sono suscettibili all’infezione con SARS-CoV-2. Non esistono evidenze che gli animali da compagnia abbiano un ruolo epidemiologico nella diffusione del virus all’uomo, ma esiste la possibilità che gli animali da compagnia possano contrarre l’infezione attraverso il contatto con persone affette da COVID-19 e sviluppino occasionalmente la malattia”.   

Come fare quindi per tutelarli e proteggerli dal contagio?

Gli esperti forniscono alcune indicazioni utili ad evitare il contagio del vostro amico a quattro zampe. Ricordando nuovamente che gli animali non possono trasmettere il virus, uno tra i principali accorgimenti per difenderli dal contagio è quello di lavarsi sempre le mani con sapone o con un disinfettante a base alcolica, prima e dopo il contatto con gli animali e con i loro accessori come cuccia, lettiera o scodella del cibo. 

Quando il cane rientra dalle sue uscite quotidiane, che devono essere limitate il più possibile, è importante lavare il cappottino, le zampe e l’area genitale con sapone neutro o con prodotti indicati per gli animali. Inoltre, se si viene in contatto con altre persone, si consiglia di indossare la mascherina e i guanti durante i contatti con l’animale. 

I dispositivi di protezione chiaramente vanno indossati anche se si ha il sospetto o la certezza di essere positivi al COVID-19: un'evenienza che richiederebbe di affidare temporaneamente il proprio cucciolo ad una persona di fiducia. 

Infine, nel caso in cui il vostro animale dovesse presentare dei sintomi sospetti, si raccomanda di contattare subito il veterinario. 


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani e gatti non possono trasmettere il Coronavirus, ma possono contrarlo: ecco come proteggerli

MonzaToday è in caricamento