menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, i contagi frenano anche a Monza: dal comune un milione per negozi e imprese

La giunta ha stanziato con il pacchetto di misure "Formula Monza" sostegni per le microimprese. In arrivo anche Buoni Affitto e Buoni Spesa per le famiglie in difficoltà. In città i contagi nell'ultima giornata sono stati 33.

L'avanzata del virus sembra frenare anche nel capoluogo brianzolo. Nella giornata di mercoledì 2 dicembre sono stati 244 i nuovi casi di positività accertati in provincia di Monza e Brianza, di cui 33 in città. Martedì erano stati 24. Intanto sono ancora 342 i pazienti covid positivi ricoverati in ospedale, di cui 42 in terapia intensiva. 

La giunta intanto a Monza ha approvato un pacchetto di provvedimenti per il "sostegno di famiglie, imprese e associazioni, tutte duramente colpite dalle conseguenze dell'epidemia".

"Formula Monza", sostegni per le imprese

“Abbiamo il dovere di pensare a come sarà la ripartenza” ha spiegato il sindaco Dario Allevi. “L’emergenza sanitaria non è finita, il virus non è scomparso, ma ritengo che sia fondamentale essere preparati e non improvvisare” ha aggiunto presentando il fondo ristoro di oltre un milione di euro destinato alle microimprese della città. “Formula Monza”, sostegno per le imprese.

La giunta ha messo sul tavolo 1.052.500 euro (1.500 euro provenienti dagli incassi del drive-in in Autodromo di quest’estate) per ristorare le imprese monzesi delle spese sostenute per canoni di locazione e di leasing per i locali adibiti alle diverse attività. Si tratta di un contributo a fondo perduto fino a un massimo di 2.500 euro che si ipotizza possa garantire un ristoro ad oltre 400 attività economiche. “Lo abbiamo voluto chiamare “Formula Monza” per ricordare l’identità sportiva della nostra città, ma soprattutto perché la velocità e la benzina sono le caratteristiche di questo bando. I negozi, i bar, i ristoranti e le piccole imprese sono i capisaldi della ripresa perché sono l’asse portante dell’economia monzese. Per questo – precisa l’Assessore alle Attività Produttive Massimiliano Longo – chiediamo agli imprenditori di “firmare” l’impegno a proseguire l’attività per almeno un anno dall’ottenimento del contributo, senza licenziare il personale assunto per il medesimo periodo. Ciò perché questi contributi servono a riaccendere i motori, poi le macchine sapranno correre da sole come hanno sempre fatto”.

I destinatari della misura sono le attività di ristorazione, somministrazione o vendita diretta al dettaglio di beni o servizi, ad eccezione delle filiere essenziali che – durante il lockdown e le limitazioni conseguenti - non hanno sospeso l’attività ai sensi dei DPCM dello scorso marzo. Si tratta di microimprese che, come previsto dal Regolamento U.E. n. 651/2014, hanno un numero di dipendenti inferiore alle 10 unità e un fatturato annuo non superiore ai 2 milioni di euro. Il progetto prevede una procedura di assegnazione automatica mediante bando pubblico dopo la verifica dei requisiti e secondo l'ordine di protocollo, fino ad esaurimento risorse con chiusura anticipata del bando previo preavviso di 48 ore.

In arrivo BuoniAffitto e BuoniSpesa

Tra le misure a cui l'amministrazione comunale di Monza sta lavorando, come già avvenuto durante la prima ondata della pandemia e il precedente lockdown, ci sono anche interventi economici a sostegno delle famiglie messe in difficoltà. "Sono già in programma, nei prossimi giorni, altre misure mirate per sostenere in particolare le famiglie attraverso buoni affitto e buoni spesa" ha annunciato il primo cittadino Dario Allevi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia sarà zona arancione da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento