Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

I dati in Lombardia

Record di contagi in Lombardia. Nella giornata di mercoledì 21 ottobre sono stati accertati altri 4.125 casi in tutta la Regione (a fronte di 36416 tamponi). Tra Milano e hinterland sono state trovate altre 1.858 persone positive al virus. A Monza e Brianza i nuovi contagi accertati sono stati 671.

Sono sempre più sotto stress i reparti di terapia intensiva dedicati ai pazienti covid. Nelle ultime 24 ore si sono registrati altri 11 ricoveri; in totale i reparti di rianimazione stanno curando 134 malati. Costantemente continua ad aumentare la pressione nei reparti covid delle strutture sanitarie: in una sola giornata i posti letto occupati dai pazienti sono aumentati di 253 unità per un totale di 1.521 pazienti. Nelle strutture sanitarie della Regione ci sono in tutto 1.655 persone affette da covid-19.

Non si è ancora fermata la lunga scia di morte provocata dal virus che in una sola giornata ha ucciso altre 20 persone; il totale (ufficiale) è arrivato a quota 17123.

"Anche oggi i dati sono preoccupanti ed evidenziano, come purtroppo avevamo previsto, una situazione di criticità generalizzata che deve essere affrontata con l'assoluto rispetto delle regole e grande senso civico" ha il direttore generale dell'assessorato al Welfare, Marco Trivelli. "Il forte incremento dei positivi in rapporto al numero dei tamponi effettuati - prosegue Trivelli - e l'aumento dei ricoveri indicano che la strada delle restrizioni intrapresa è necessaria".

unnamed-36-27

Il coprifuoco

Coprifuoco in tutta la Lombardia da giovedì 22 ottobre 2020. La bozza di ordinanza è stata firmata nelle scorse ore dal governatore Attilio Fontana e dal ministro della Salute Roberto Speranza, inviata all'Anci e ai sindaci dei 12 capoluoghi di provincia che la devono valutare, prevede che dalle 23 alle 5 del mattino successivo ci si possa spostare solo per "comprovate esigenze lavorative" situazioni di necessità e urgenza e motivi di salute. Sono stati superati quindi i dubbi nel numero 1 del Carroccio Matteo Salvini, che si era detto contrario.

Sarà necessaria una autocertificazione e le sanzioni sono quelle previste dal decreto dello scorso 25 marzo 2020 sull'emergenza coronavirus. La decisione del coprifuoco è stata presa dopo aver esaminato le proiezioni sui contagi che a fine mese, se non cambierà il trend, potrebbero portare fino a 4mila ricoveri nei normali reparti e a circa 500 in terapia intensiva.

Coprifuoco in Lombardia: ecco il testo dell'ordinanza

Con una nuova ordinanza Regione Lombardia ha anche disposto la chiusura delle grandi strutture di vendita e dei centri commerciali nelle giornate di sabato e domenica: le restrizioni non riguardano i supermercati, farmacie, parafarmacie e negozi di generi di prima necessità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento