Coronavirus, altri due nuovi contagi a Monza: controlli e responsabilità per la movida

Alle porte un nuovo weekend di Fase 2 in città: l'appello ai gestori dei locali del centro dopo la riunione tenutasi giovedì pomeriggio in comune

Via Bergamo

Due nuovi contagi nell’ultima giornata a Monza e un nuovo weekend di Fase 2 e movida alle porte. Prudenza, senso di responsabilità e controlli: questa la “ricetta” per salvaguardare le attività economiche che hanno appena alzato di nuovo la saracinesca e la tutela della salute pubblica perché - ha ricordato lo stesso sindaco Allevi - “l’emergenza sanitaria non è alle nostre spalle”.

Giovedì pomeriggio in comune si è svolto un incontro tra il primo cittadino e i gestori dei locali del centro e di via Bergamo. “Monza sta ripartendo. Abbiamo riaperto il Parco, l’attività culturale è ripresa e anche molti commercianti hanno potuto finalmente rialzare la saracinesca. Dobbiamo tenere ancora alta l’attenzione e lavorare insieme per evitare di dover fare un passo indietro e tornare alla Fase 1. Sarebbe un disastro”.

Movida, assembramenti e controlli

“Io non intendo per ora porre “paletti“ all’attività dei nostri locali come hanno fatto alcuni miei colleghi, ha spiegato il Sindaco. Non siamo uno Stato di polizia. Sono consapevole che le attività commerciali escono da un lungo periodo di stop forzato e, quindi, hanno bisogno come non mai di lavorare. Però dobbiamo anche essere tutti consapevoli che c’è il rischio di una ripresa dell’epidemia di Covid. Per questo dobbiamo mettere in campo una serie di azioni per evitare questo pericolo”.

La “ricetta” del sindaco prevede controlli a cura della polizia locale, per garantire una maggiore presenza nelle vie del centro, dove è più alta la concentrazione soprattutto di giovani. E l’impegno da parte dei gestori e degli esercenti a garantire il rispetto delle norme di distanziamento evitando di superare la capienza massima dei loro locali. “Solo su un punto ho detto loro che sarò intransigente, quello della vendita di alcol ai minorenni. Se ci diamo tutti una mano il ritorno alla normalità sarà più rapido”.

Spazi esterni per i locali

Allevi ha anche ricordato la delibera con cui l’Amministrazione Comunale ha autorizzato in via straordinaria l’occupazione di suolo pubblico fino al massimo del 100% della SLP dell’attività per la posa di tavolini e strutture di carattere temporaneo destinati alla somministrazione, rendendo più rapide le procedure. “Ad oggi – ha dichiarato il Sindaco – sono già arrivate una settantina di domande e una dozzina di queste stanno ricevendo l’autorizzazione. È una risposta straordinaria a una situazione straordinaria. Dobbiamo tutelare il sistema commerciale di Monza perché è la spina dorsale della nostra città. Da qui vogliamo ripartire, ognuno con il proprio ruolo e i propri compiti. Come in una grande famiglia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento