Movida, "fuochi d'artificio" e controlli: a Monza altri 20 militari dell'Esercito

La Prefettura ha chiesto un aumento del contingente dei militari dell'Esercito in città: altri 20 uomini sulle strade di Monza

Spalto Maddalena nel weekend

Il primo weekend dopo la fine del lockdown a Monza. Le vie del centro che sono tornate a popolarsi, i locali che hanno riaperto le serrande e le uscite. Alcune delle quali si sono inevitabilmente trasformate in piccoli "assembramenti". Con diverse segnalazioni giunte alla centrale operativa della polizia locale. Anche quelle relative a un presunto "spettacolo" pirotecnico improvvisato partito proprio dal centro del capoluogo brianzolo, con fuochi d'artificio esplosi per festeggiare la fine del lockdown. 

Il mancato rispetto delle regole di distanziamento sociale è stato segnalato soprattutto nelle vie e nelle piazze del centro, la zona della "movida" di Monza insieme a via Bergamo. Nel weekend ci sono stati anche interventi delle forze dell'ordine ma - come specificato dal comando di via Marsala - gli agenti sul posto considerando l'elevato numero di persone presenti non hanno potuto che constatare i fatti. 

Al senso di responsabilità dei monzesi hanno fatto appello anche il sindaco Dario Allevi e l'assessore alla Sicurezza Federico Arena che hanno ricordato che "l'emergenza sanitaria ancora non è finita". "Non vorremmo neanche prendere in considerazione provvedimenti restrittivi che sono lontani dalla nostra concezione di rispetto e di civismo, valori che appartengono alla città di Monza" hanno spiegato. 

Controlli, occhi puntati sulla "movida"

Le aree della movida monzese sono uno degli "obiettivi sensibili" che la prefettura, durante l'ultima riunione di coordinamento convocata venerdì 22 maggio, ha chiesto alle forze dell'ordine di monitorare "al fine di prevenire possibili assembramenti e dissuadere i cittadini dal porre in essere comportamenti non in linea con le misure di contenimento del contagio".

"Nella prospettiva di implementare l’efficacia e l’efficienza del dispositivo di controllo in campo, il Prefetto Palmisani ha chiesto un aumento dell’aliquota del contingente di militari destinata alla Provincia di Monza e della Brianza nell’ambito dell’operazione ‘Strade sicure’. Fino al 31 luglio, dunque, nell’organizzazione del sistema provinciale della sicurezza il Questore potrà contare su ulteriori 20 militari dell’Esercito italiano, che opereranno a supporto delle Forze di polizia aggiungendosi ai 15 stabilmente assegnati a questa Provincia ormai dal 2018" si legge nella nota di via Prina.

Video | A Monza torna la "movida"

I locali anche a Monza hanno riaperto e, complici le sere calde di una primavera che sa già d'estate e la voglia di uscire, i clienti non si sono fatti attendere. Le immagini riprese nel video inviato da un lettore mostrano Spalto Maddalena in una serata del weekend appena trascorso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

Torna su
MonzaToday è in caricamento