Coronavirus

Come sta andando la campagna vaccinale in Lombardia

Ecco i dati del report settimanale del governo. Lombardia bene su Rsa e personale sanitario

Bene su operatori sanitari ed Rsa. Un po' in affanno su over 80 e personale scolastico. È la "fotografia" della campagna vaccinale anti covid in Lombardia, che tra disguidi, errori e qualche polemica - con tanto di dimissioni in blocco del consiglio di amministrazione di Aria spa - sta comunque procedendo. 

Ad oggi, stando ai dati forniti dal governo, la regione ha ricevuto 1.808.290 dosi - tra Pfizer, Astrazeneca e Moderna - e ne ha utilizzate 1.536.866, l'85% esatto. Le categorie da vaccinare con priorità sono state scelte dalle linee guida del governo e il Pirellone si è attenuto alle indicazioni. 

La "foto" della situazione attuale arriva dall'ultimo report - scaricabile qui - che settimanalmente, ogni venerdì, la presidenza del consiglio dei ministri pubblica sullo stato della campagna vaccinale. La prima buona, ottima notizia, arriva dalle Rsa: tutti i 59.595 ospiti delle residenze sanitarie assistenziali hanno ricevuto la prima dose e 49.114 - l'82,46% - sono già coperti con prima e seconda iniezione. Successo anche per le somministrazioni al personale sanitario: in 274.676 - cioè tutti coloro che hanno aderito - hanno avuto la prima dose, mentre a 224.072, l'81,58%, è stata iniettata anche la seconda. 

Tralasciando la fascia d'età 70-79, per cui la Lombardia non ha ancora avviato la campagna, le note un po' più dolenti arrivano sugli anziani e sul personale scolastico. Tra le donne e gli uomini che lavorano a scuola, gli aventi diritto sono 218.704, la prima dose è stata somministrata a 120.804, il 55,24%, mentre soltanto lo 0,14% è già immunizzato. In 97.900, il 44,76%, restano ancora in attesa della prima somministrazione. 

Numeri ancora più bassi per gli over 80. Su 765.529 la prima dose è stata iniettata a 326.311, il 47,34%, e 132.206 - poco oltre il 17% - sono già completamente vaccinati. Più della metà, 402.948, sta invece ancora aspettando la somministrazione del primo siero. 

E in effetti proprio sugli over 80 si sono registrati i problemi maggiori, con messaggi mai partiti e appuntamenti quasi saltati a causa dei malfunzionamenti di Aria, la società regionale che curava la piattaforma per organizzare la campagna vaccinale e che sarà adesso sostituita da Poste Italiane. L'obiettivo della regione è completare la vaccinazione degli over 80 entro l'11 aprile per poi passare alla fase massiva, con il "sogno" - secondo il Pirellone realizzabile - di vaccinare tutti i lombardi entro giugno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come sta andando la campagna vaccinale in Lombardia

MonzaToday è in caricamento