rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Coronavirus

Caccia all'antibiotico contro il covid: nelle farmacie è esaurito

Boom di acquisti negli ultimi mesi, anche da chi non era stato contagiato

Nel pieno della quarta ondata nelle farmacie è caccia (a vuoto) dello Zitromax, l'antibiotico utilizzato per la cura del covid. Lo Zitromax e il suo generico sono introvabili.

Il motivo? L'elevato numero di prescrizioni (in associazione con gli anti infiammatori) in seguito all'impennata di contagi. Qualcuno, in via preventiva, l'ha acquistato anche se non era stato contagiato, certo che in caso di eventuale bisogno non avrebbe avuto problemi a procurarselo. Il farmaco, infatti, viene utlizzato sia nei pazienti ospedalizzati, sia in quelli che vengono curati a casa.

"L'antibiotico Zitromax ed il generico sono usati nella terapia contro il Covid in seguito a diversi studi scientifici che ne hanno dimostrato la efficacia sia per contrastare eventuale complicanze nei malati dovute a batteri, sia con valenza di immuno modulante contro il virus Sars-Cov2", riferisce Ansa. 

Sulla questione è intervenuto anche l'infettivologo Matteo Bassetti. Il primario di Malattie Infettive dell'ospedale San Martino di Genova commenta l'esaurimento delle scorte e un uso troppo "leggero" dell'assunzione fai da te dei farmaci. "Che paese strano l'Italia. Lo Zitromax è esaurito. Sapete perchè? - scrive il professor Bassetti sul suo profilo Facebook -. Perchè è il farmaco che viene prescritto da molti medici e richiesto dai pazienti per curare il covid. Anzi peggio per chi è positivo al tampone anche se asintomatico. La domanda è: serve la azitromicina nella cura del covid? C'è un dato o uno studio che dica che serve a qualcosa? Che fa guarire prima? Che riduce gli accessi in ospedale? Che riduce la mortalità?".

Secondo il noto infettivologo assolutamene no. "Azitromicina è un antibiotico antibatterico che serve nella terapia di alcune infezioni batteriche, ma non serve a niente nella cura del covid. Serve a produrre batteri resistenti, di cui l'Italia è piena più di ogni altro paese europeo. Nelle infezioni virali come il covid gli antibiotici non devono essere utilizzati, salvo in alcuni casi molto selezionati. Molto selezionati (meno del 2% del totale) Basta usare l'azitromicina e gli altri antibiotici nel covid. Non servono. Creano resistenze e poi mancano per chi ne ha veramente bisogno. Dopo i tamponi autoprescritti e autousati, ecco il fai da te con gli antibiotici. Povera Italia". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia all'antibiotico contro il covid: nelle farmacie è esaurito

MonzaToday è in caricamento