menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa Repubblica a Monza, Allevi: “Dedichiamo questa ricorrenza al coraggio di far ripartire il Paese"

In programma una breve cerimonia in piazza Trento e Trieste

Si terrà in forma ridotta anche a Monza martedì 2 giugno la Festa della Repubblica.

In rispetto alle misure di contenimento del contagio, ancora in vigore, la breve cerimonia in piazza Trento e Trieste prevede il ritrovo delle autorità alle 10.30 per l’Alzabandiera e l’esecuzione dell’Inno nazionale. Seguirà la lettura da parte del Prefetto Palmisani del messaggio del Presidente della Repubblica.

Il Sindaco Dario Allevi, alla vigilia, riflette sul significato della festa in questo particolare momento storico, che vede il Paese fortemente provato dalla grave epidemia e preoccupato, ai diversi livelli, per le inevitabili ricadute socio-economiche. “Dopo quasi 100 giorni di tempo sospeso le nostre città stanno riaprendo e sono chiamate a scommettere sul futuro”, spiega il Sindaco.

“Il significato della festa della Repubblica oggi è questo: riconoscere la forza delle Istituzioni nella tutela dei cittadini durante la tempesta e nel sostegno alla comunità locale per gettare le basi della ripartenza. Ma il coraggio di riprendere il largo lo si deve anche alla tenacia dei singoli: a chi non ha mai smesso di servire lo Stato garantendo i servizi essenziali e a chi sta rialzando la saracinesca dopo mesi di chiusura, anche a costo di rimetterci del proprio”, aggiunge Allevi.

“Oggi dobbiamo essere fieri di quanti nel nostro Paese sono impegnati a far rinascere le città, mai colpite così duramente dal dopoguerra ad oggi. Alle donne e agli uomini che ogni giorno lavorano nei presidi sanitari e nelle forze dell’ordine va tutta la nostra gratitudine, quali baluardi insostituibili dell’Italia migliore”, conclude il Sindaco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento