Coronavirus

Green pass obbligatorio per andare in ristorante?

Il presidente Fontana: "In questo momento non ce n’è bisogno, anche perché la campagna vaccinale sta andando molto bene"

Attilio Fontana non chiede di introdurre l’obbligo del green pass per accedere a bar e ristoranti. Lo ha voluto precisare lo stesso presidente della Regione Lombardia: “Io non ho detto che si debba incentivare il green pass, ma il contrario”. E cioè “che nelle situazioni in cui è stato disposto l’utilizzo del green pass stavamo aspettando che il Garante si esprimesse sulle limitazioni”.

Come funziona il green pass

In altre parole, ha chiarito Fontana, “laddove è stato previsto siamo nelle condizioni di poterlo applicare perché la nostra campagna vaccinale è andata molto bene. Non è che io chieda l’utilizzo del green pass per andare al ristorante”, ha ripetuto. “Ci sono alcune attività per quali è richiesto l’utilizzo del green pass – ha aggiunto – ma ci sono dei conflitti a livello di Garante della privacy. Non in più, ma dove è già previsto. In questo momento non ce n’è bisogno, anche perché la campagna vaccinale sta andando molto bene e non abbiamo necessità di usare misure come quelle francesi per incentivarlo”.

L'obbligo del green pass per ristorante e centri commerciali in Francia

In Francia infatti, la decisione del presidente Emmanuel Macron di imporre il certificato covid per accedere a bar, ristoranti e centri commerciali, ma anche ai trasporti pubblici interni al Paese, ha diviso la nazione. Da un lato, la mossa varata per accelerare le vaccinazioni, con appena il 40% della popolazione che ha ricevuto entrambe le dosi (una percentuale tra le più basse dell'Ue) ha ottenuto l'effetto desiderato: nel giro di 24 ore sono stati 1,3 milioni i cittadini che hanno prenotato il vaccino, di cui almeno 350mila subito dopo l'annuncio del capo dello Stato. Ma il decreto, che introduce anche l'obbligo di immunizzazione dal covid per il personale sanitario, ha sollevato anche un polverono politico. 

Il rischio di un ritorno alla zona gialla

Green pass obbligatorio nei ristoranti, l'ipotesi piace a Sala

Un'ipotesi che piace al sindaco di Milano, Giuseppe Sala. "A me non dispiace", ha affermato a margine di ForestaMi, iniziativa organizzata alla Triennale. "Tutto sommato alla fine vedete che anche Macron l'ha proposto e in un giorno ci sono state un milione di iscrizioni", aggiunge. Insomma, per il sindaco di Milano "dobbiamo anche un po' forzare chi non si vuole vaccinare a farlo e questo per il bene di tutti". Quella che Sala dice di non capire è la posizione del presidente lombardo Attilio Fontana. "Aspetto chiarimenti perché è importante nel suo ruolo apicale rispetto alla salute", commenta a chi gli chiede se avesse colto la posizione del governatore. D'altronde, "l'ho visto cambiare nel giro di 45 minuti quindi è importante che chiarisca in modo definitivo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass obbligatorio per andare in ristorante?

MonzaToday è in caricamento