Coronavirus

Green pass Trenord, controlli a campione a bordo (e tamponi convenzionati per i non vaccinati)

Come saranno effettuati i controlli tra i lavoratori di Trenord

Trenord si prepara all'esordio del green pass obbligatorio per i suoi lavoratori, previsto per venerdì 15 ottobre. In attesa di capire se tutte le corse in programma saranno confermate - a seconda delle possibili assenze di personale - l'azienda ha messo a punto una serie di nuove modalità di controllo.

No green pass, due giorni di possibili tensioni a Milano

Al personale operante nelle sedi di piazza Cadorna a Milano e nelle sedi di Milano-Fiorenza, Novate Milanese e Camnago, oltre che negli impianti manutentivi di Lecco, Cremona e Iseo, il green pass verrà controllato da appositi addetti, gli stessi incaricati anche della rilevazione della temperatura corporea, ha fatto sapere la società che gestisce il trasporto ferroviario regionale. 

Nelle sedi lavorative non presenziate - quindi in sostanza a bordo dei convogli e nelle stazioni - per il personale mobile e gli addetti alle biglietterie e all'assistenza alla clientela, invece, i controlli saranno effettuati a campione dal personale incaricato con specifica nomina. 

No green pass: possibili disagi sui mezzi Atm

Trenord ha inoltre stipulato una serie di convenzioni con istituti sanitari, per effettuare i tamponi rapidi antigenici al prezzo di 22 euro per i lavoratori senza green pass, che si ottiene con la vaccinazione, con un certificato di guarigione dal covid o proprio con i tamponi, validi 48 ore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass Trenord, controlli a campione a bordo (e tamponi convenzionati per i non vaccinati)

MonzaToday è in caricamento