Sabato, 18 Settembre 2021
Coronavirus

"Da lunedì la Lombardia passa in zona bianca", l'annuncio ufficiale di Fontana

Le parole del governatore lombardo

"Da lunedì la Lombardia passa in zona bianca". Ad annunciare ufficialmente il passaggio nella fascia a minor rischio epidemiologico nel pomeriggio di giovedì è stato il governatore della Lombardia Attilio Fontana. 

"Tutti i parametri sono in costante miglioramento e se le cose stanno andando così bene lo si deve anche e sicuramente alla grande partecipazione dei lombardi alla campagna vaccinale. Grazie a tutti e avanti così". Per la giornata di venerdì 11 giugno è atteso il nuovo monitoraggio da parte della cabina di regia dell'Istituto Superiore di Sanità dei dati per il passaggio di colore delle diverse regioni: se verrà confermata l'incidenza di meno di 50 casi di covid ogni 100mila abitanti lunedì 14 giugno scatterà la promozione nella fascia considerata a rischio epidemico inferiore, l'agognata zona bianca.

I due monitoraggi delle scorse settimane avevano evidenziato dati conformi: l'incidenza registrata era inferiore a 50 casi ogni 100mila abitanti; quello dell'11 giugno sarà il terzo e ultimo controllo necessario affinché la nostra Regione passi da gialla a bianca. 

Moratti: "Non significa un liberi tutti"

"La Lombardia può considerarsi da oggi di fatto zona bianca" ha detto in una nota la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti. "I dati odierni - precisa la vicepresidente - confermano, dopo tre settimane consecutive di incidenza di casi positivi al Covid sotto i 50 ogni 100.000 abitanti, che da lunedì prossimo la Lombardia potrà passare da zona gialla a zona bianca".

"Il dato di oggi - aggiunge Letizia Moratti - certifica 23 positivi ogni 100.000 abitanti, con un costante e sensibile calo dei pazienti ricoverati in terapia intensiva". "Il ritorno però alla completa normalità di tutte le attività - sottolinea l'assessore al Welfare - senza restrizioni, fatta eccezione per le discoteche, e il venir meno del coprifuoco serale non significa un 'liberi tutti'".

Rimangono obblighi e divieti volti a ostacolare la diffusione dei contagi. "Resta quindi l'obbligo - spiega Letizia Moratti - d'indossare la mascherina all'aperto e al chiuso, negli spazi pubblici e privati, mantenendo sempre la distanza interpersonale di almeno 1 metro. Resta inoltre in vigore il divieto di assembramento".

"Questo risultato da tanto atteso e auspicato - conclude la vicepresidente di Regione Lombardia - è da attribuire al forte impulso avuto dalla campagna vaccinale, che ha toccato quota 7 milioni di somministrazioni. Ma soprattutto allo straordinario senso civico dei lombardi, che hanno rispettato regole e protocolli". "Per questo - ricorda Letizia Moratti - ribadisco l'appello alla responsabilità di ognuno, nonostante il miglioramento della situazione e il progressivo aumento della popolazione vaccinata". 

Qui le Faq per capire cosa si può fare in zona bianca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Da lunedì la Lombardia passa in zona bianca", l'annuncio ufficiale di Fontana

MonzaToday è in caricamento