Coronavirus

Lombardia in zona rossa? Oggi il monitoraggio dell'Iss: si aspettano i dati su Rt e contagi

La Lombardia rischia di cambiare di nuovo colore da lunedì. Basterà l'arancione rafforzato?

Da arancione ad arancione rafforzato a rosso, tutto nel giro di una settimana? La Lombardia continua a combattere contro l'emergenza coronavirus e continua a essere pericolosamente sul filo dell'equilibrio tra le zone di rischio previste dal governo per cercare di contrastare la, nuova, avanzata del covid. 

Lo scorso lunedì la regione, proprio per effetto dell'ordinanza del ministro della salute, Roberto Speranza, era passata dalla zona gialla a quella arancione, mentre da oggi, venerdì 5 marzo, tutto il territorio regionale si è tinto di arancione rinforzato su decisione del Pirellone. E il balletto dei colori potrebbe non essere finito. Perché proprio per oggi è atteso il monitoraggio numero 42 dell'istituto superiore di sanità che fornirà i dati su cui verranno poi decise le fasce di rischio per tutta Italia. 

Il rischio, concreto, è che la Lombarda si trovi a cambiare colore di nuovo e passi in rosso. La sensazione è che il "colpo di teatro" del Pirellone, che giovedì ha disposto la zona arancione rafforzata per tutta la Lombardia, sia proprio un estremo tentativo di evitare una nuova zona rossa, che significherebbe altra chiusura per tutti i negozi. 

Lombardia verso la zona rossa? Oggi il monitoraggio Iss

C'è, ha spiegato il presidente Attilio Fontana motivando l'ultima ordinanza, "la necessità di superare la differenziazione tra aree assumendo interventi di mitigazione rinforzati per tutto il territorio regionale con l’obiettivo, oltre che di contenere l’incremento di contagi, di preservare le aree non ancora interessate da una elevata incidenza”. Ma potrebbe comunque non bastare. 

La decisione verrà presa da Roma nel pomeriggio, con il monitoraggio Iss in mano. Un indice Rt sopra 1,25 potrebbe significare in automatico zona rossa, anche perché gli ospedali sembrano essere di nuovo in difficoltà. Soltanto giovedì, stando all'ultimo bollettino diffuso da regione Lombardia, le terapie intensive hanno fatto segnare un preoccupante +26 - il dato è tornato sopra la soglia critica di 500 posti letto occupati - e i reparti ordinari un ancora più spaventoso + 190. 

Guido Bertolaso, il coordinatore scelto dal Pirellone per la campagna vaccinale, nelle scorse ore è apparso quasi rassegnato, spiegando che secondo lui la Lombardia, e il resto d'Italia, viaggiano a passi lunghi verso la zona rossa. Il momento della verità è arrivato e i dati dell'istituto superiore di sanità oggi delineeranno meglio la situazione. Da lunedì - quando entreranno in vigore le nuove ordinanze governative - la Lombardia rischia di trovarsi ancora in zona rossa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lombardia in zona rossa? Oggi il monitoraggio dell'Iss: si aspettano i dati su Rt e contagi

MonzaToday è in caricamento