Coronavirus, morto il medico Davide Cordero: lavorava come anestesista al Policlinico

Medico, 63 anni, è stato uno degli storici fondatori del 118 in Piemonte. Aspettava la pensione per ricominciare a lavorare in Africa dove era stato più volte in missione

Davide Cordero (Facebook)

Un altro medico tra le vittime del Covid-19. Davide Cordero, 63 anni, anestesista di origine torinese in servizio al Policlinico di Monza, ha perso la vita a causa del contagio da coronavirus. 

Originario di Torino, Cordero è stato uno degli storici fondatori del 118 in Piemonte e uno dei pionieri del servizio di Elisoccorso. La sua carriera, sempre al servizio del prossimo, lo ha visto protagonista anche di diverse missioni umanitarie in tutto il mondo con la divisa della Croce Rossa. Presente in Iraq durante la guerra del Golfo, aveva prestato assistenza anche in Ruanda durante il genocidio ruandese.

“A oggi contiamo 60 morti. E se noi ci infettiamo possiamo spargere il virus. Non è solo per la nostra vita ma per il contagio che possiamo trasmettere. Non Fateci chiudere gli ambulatori. Comprateci le mascherine” scriveva Cordero nel messaggio di lancio di una petizione online per il sostegno ai medici di famiglia. La malattia lo aveva sorpreso a inizio aprile e dopo il contagio era stato ricoverato in ospedale dove ha combattuto contro il virus fino all'ultimo.

Sociofondatore e vicepresidente per molti anni della Ong Rainbow4Africa, la stessa che ha voluto ricordare il suo estusiamo e la sua instancabile dedizione per il prossimo. "Instancabile, Davide aveva fatto missioni in Ruanda ed era partito molte volte per missioni estere con la Croce Rossa. Aspettava la pensione per ricominciare a lavorare in Africa. Chiacchierone, entusiasta, coinvolgente. Un grande amico che è partito per una nuova missione. Tutti i volontari di R4A si uniscono al cordoglio ed esprimono le loro condoglianze alla famiglia". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

Torna su
MonzaToday è in caricamento