Coronavirus, 27 nuovi casi di contagio a Monza e Brianza

Il bollettino relativo agli aggiornamenti sull'epidemia in Lombardia lunedì 4 maggio

Il bollettino aggiornato relativo al numero dei contagi da coronavirus in Lombardia è salito a 78.105 casi positivi. Lunedì 4 maggio sono stati registrati altri  577 casi positivi. A Monza e Brianza sono stati 27 i nuovi pazienti risultati positivi al tampone per la ricerca del virus. E' rimasto stabile rispetto al dato di domenica 3 maggio il numero delle persone ricoverate nei reparti di Terapia Intensiva degli ospedali lombardi: 532. Sono 6.414, 195 in meno in un giorno, i pazienti Covid ricoverti nei reparti delle strutture sanitarie. In crescita il numero dei dimessi: 697 persone tra domenica e lunedì. Sono 63 invece le persone che hanno perso la vita nelle ultime ventiquattro ore per un totale di 14.294 dall'inizio dell'epidemia. 

I casi nella provincia di Monza e Brianza risultano ora 4.850 (+27). 

Mascherine gratis in stazione a Monza

Regione Lombardia ha fornito a Trenord 700.000 mascherine che sono state distribuite gratuitamente ai passeggeri a partire da lunedì 4 maggio in alcune delle principali stazioni lombarde tra cui appunto anche Monza e Seregno. "Si tratta - spiega l'assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi - di un piccolo gesto di attenzione nei confronti dei cittadini che da oggi, lunedì 4 maggio, con la graduale riapertura di alcune attività, stanno ricominciando a utilizzare il servizio ferroviario". 

"Quella odierna a Trenord è la seconda tranche di una nuova e ingente fornitura di mascherine chirurgiche alla popolazione lombarda da parte di Regione - ha spiegato l'assessore al territorio e Protezione civile, Pietro Foroni - Come già annunciato, ieri è partita la distribuzione di ben 3,5 milioni di pezzi alle Province, e da queste a tutti i Comuni lombardi. I rifornimenti proseguiranno nei prossimi giorni e riguarderanno altre importanti realtà che operano sul territorio regionale, quali gli uffici giudiziari, le carceri e l'esercito".

In Brianza mortalità aumentata del 96%

Sono 1.528 i decessi registrati in provincia di Monza e Brianza tra il 20 febbraio e il 31 marzo 2020, in media in questo stesso periodo dell'anno tra il 2015 e il 2019, morivano - per cause diverse - 868 persone. Un tasso di mortalità che adesso risulta aumentato del 96%. 

I dati sono contenuti all'interno del rapporto Istat "Impatto dell'epidemia Covid-19 sulla mortalità totale della popolazione residente primo trimestre 2020"redatto congiuntamente dall’Istituto nazionale di statistica e dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss). Il numero dei decessi causati dall'epidemia di Covid-19 a Monza e Brianza tra il 20 febbraio - data che coincide con la segnalazione del primo caso di contagio in Lombardia - al 31 marzo 2020 è pari a 359 vittime, quasi il quadruplo rispetto al numero dei decessi complessivi.

Chiarimenti su seconde case e mascherina per sport

Si possono raggiungere le seconde case? La mascherina va indossata quando si corre o si fa attività sportiva? Regione Lombardia, con l'inizio ufficiale della "fase 2" dell'emergenza Coronavirus, ha chiarito con precisione la propria posizione sugli spostamenti dei cittadini lombardi verso l'abitazione non principale e le modalità di utilizzo della mascherina per l'attività sportiva.

Sì alle seconde case, ma per motivi ben precisi. "Via libera anche al raggiungimento delle seconde case - si legge in una nota diffusa domenica sera dalla regione -, esclusivamente per ragioni di manutenzione". In sostanza, monzesi e lombardi potranno raggiungere le proprie abitazioni alternative ma soltanto per effettuare dei lavori. Nella stessa ordinanza, valida da lunedì 4 maggio, è decretato anche l'ok per "i lavori di manutenzione e riparazione per barche e natanti, con la possibilità di navigazione in solitaria".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Regione Lombardia ha poi precisato alcuni aspetti dell'ultimo decreto del presidente del consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, che regola la fase 2. "Via libera agli sport e alle attività motorie individuali all'insegna del distanziamento e con l'obbligo di indossare la mascherina o copertura alternativa di bocca e naso non durante, ma prima e dopo l'attivita' sportiva, in ogni caso facendo la massima attenzione a non incrociare altre persone", sottolineano dal Pirellone in un comunicato. E ancora: "Ripartono i maneggi, l'attività di addestramento dei cani e la pesca in tutto il territorio della Regione. Per le attività produttive che restano sospese - conclude la nota - sarà comunque possibile accedere ai locali per attività di sanificazione. Confermate invece tutte le restrizioni anti ludopatia riguardo le slot-machines". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento