rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Coronavirus Vimercate

Crollano i ricoveri di pazienti Covid all'ospedale di Vimercate e crescono gli accessi al Pronto Soccorso (non per il virus)

In media dall'inizio di maggio si sono registrati 80/90 accessi giornalieri: prima dell'epidemia la cifra si assestava sui 200 ingressi giornalieri

Una sessantina di pazienti Covid ricoverati, due persone in Terapia Intensiva e numeri in crescita per gli accessi al Pronto Soccorso ma non per il coronavirus. Questa la fotografia della situazione dell’ospedale di Vimercate e delle altre strutture della Asst negli ultimi giorni. La fase acuta dell’emergenza sembra passata ma non si abbassa la guardia. 

Nei giorni neri dell’epidemia è stato raggiunto un picco di 260 ricoverati, di cui 24 in terapia Intensiva e una sessantina in terapia sub intensiva ma ora comincia a cambiare profilo la tipologia degli accessi al Pronto Soccorso.

Dal primo maggio ad oggi si sono contati quasi 2.500 accessi: una media di 80/90 al giorno. E tuttavia, da un paio di giorni i numeri sono schizzati in alto, attestandosi su una media di 140 pazienti presi in carico, quotidianamente, dalla struttura di emergenza urgenza dell’Ospedale di Vimercate. Siamo ancora lontani dalla media del periodo pre covid, con 200 accessi al giorno, ma ci avviciniamo.

Il 25 e 26 maggio, i sospetti Covid, sono stati complessivamente 5, di cui soltanto uno è stato accertato positivo. Nella stragrande maggioranza sono, invece, pazienti con problematiche cardiologiche e cardiovascolari (scompensati, in primo luogo), seguiti da chi lamenta criticità neurologiche o con necessità chirurgiche. In aumento anche coloro che presentano lesioni da traumi. Sono perlopiù uomini e, in maggioranza, con un’età superiore ai 60 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollano i ricoveri di pazienti Covid all'ospedale di Vimercate e crescono gli accessi al Pronto Soccorso (non per il virus)

MonzaToday è in caricamento