rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Coronavirus

Coronavirus, Buoni Spesa: stabiliti nuovi requisiti per aiutare ancora più famiglie

Approvati a Monza nuovi criteri: reddito più alto ed estensione del periodo nel quale si è perso il posto di lavoro. Si può presentare domanda da venerdì 24 aprile

A Monza aumenta il numero delle persone che potranno accedere ai Buoni Spesa stanziati per l’emergenza coronavirus. Grazie a una delibera di giunta approvata nella seduta di mercoledì sono stati ampliati  i requisiti di accesso alla misura di sostegno delle persone in difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus.

Due i requisiti modificati: l’importo limite della dichiarazione dei redditi 2019, riferita all’intero nucleo familiare, che passa da 20 a 30 mila euro e l’arco temporale all’interno del quale c’è stato un licenziamento da lavoro a tempo indeterminato, una cessazione da lavoro a tempo determinato o un ricorso ad ammortizzatori sociali che si allarga dal 31 gennaio – 3 aprile 2020 al 30 settembre 2019 – 22 aprile 2020.

“Il Covid è, innanzitutto, un’emergenza sanitaria, spiega il Sindaco Dario Allevi. I numeri dei contagi e, soprattutto, dei morti sono ancora drammatici, ma il trend ci dice che bisogna cominciare a pensare alla “Fase 2”. Il post epidemia per molte famiglie sarà drammatico. La decisione di ampliare i requisiti dei buoni spesa si inserisce in una politica di sostegno a chi si trova in una situazione di difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus. Sono famiglie di cui ci dobbiamo far carico doverosamente fin da adesso”.

Il valore dei buoni spesa è di 651 mila euro assegnati dal Governo con il Fondo di solidarietà alimentare. Il Comune di Monza ha ottenuto dalla società incaricata per la fornitura degli stessi il 10% in più del valore nominale acquistato, portando quindi la cifra a 710.816 euro. Ad oggi sono circa un migliaio le famiglie a cui sono già stati erogati i buoni spesa per un valore di oltre 190 mila euro. I nuovi criteri entreranno in vigore da venerdì 24 aprile (e non da sabato 25 aprile come in precedenza comunicato dall'amministrazione). Potrà presentare domanda, secondo le nuove Linee Guida, anche chi, pur avendoli già richiesti con i precedenti criteri, non li avrà ricevuti entro venerdì 24 aprile. Non potranno, invece, presentare domanda le famiglie che hanno già ottenuto i buoni spesa.

Buoni Spesa, le domande

Il valore dei buoni è una tantum di 100 euro fissi più 50 euro per ciascun componente il nucleo famigliare oltre il primo, fino ad un massimo complessivo di 300 euro. I buoni potranno essere spesi presso gli esercizi commerciali della città che hanno aderito all’iniziativa per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità (sono esclusi alcolici e superalcolici). Saranno erogati fino ad esaurimento delle risorse disponibili.  La domanda può essere compilata online nella sezione «Servizi online» del sito del Comune di Monza (www.comune.monza.it) oppure scaricata e inviata via mail all’indirizzo buonospesa@comune.monza.it. Chi ha difficoltà a compilare la domanda online può prendere un appuntamento telefonico (tel. 039/2832853 – 56 – 29) per recarsi presso gli uffici comunali di via Guarenti, 2 (dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 e dalle 13 alle 17). Ogni cittadino deve presentarsi allo sportello dotato di idonei DPI (dispositivi di protezione individuale).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Buoni Spesa: stabiliti nuovi requisiti per aiutare ancora più famiglie

MonzaToday è in caricamento