Coronavirus

Una petizione on line per salvare il punto vaccinale del PalaBanco di Desio

L'iniziativa è stata lanciata alcuni giorni fa sulla piattaforma digitale change.org

Una petizione on line per dire no alla chiusura del centro vaccinale presso il PalaBanco di Desio. È stata promossa sulla piattaforma digitale change.org ed è indirizzata al governatore della Lombardia Attilio Fontana, all’assessora al Welfare Letizia Moratti, e al coordinatore regionale del piano vaccinale Guido Bertolaso.

"Un importante punto di riferimento per il territorio"

Nella struttura si ultimeranno le vaccinazioni degli over 80, poi per la campagna di vaccinazione di massa i desiani dovranno rivolgersi su altri centri del territorio. Già una settimana fa il Pd aveva organizzata una protesta davanti alla struttura, e il sindaco di Desio Roberto Corti aveva inviato una lettera al governatore Fontana, chiedendo di proseguire la campagna vaccinale nel grande palazzetto dello sport di Desio. "La struttura sta permettendo ai residenti del territorio di essere vaccinati vicino casa, in un’area priva di barriere architettoniche, adeguatamente preparata e soprattutto per i più anziani ed i più fragili, ciò risulta non essere cosa di poco conto - scriveva Corti nella sua lettera -. Il modello organizzativo, per la cosiddetta “vaccinazione di massa”, ha escluso il PalaBancoDesio dalle sedi previste, prevedendone altre, che sono in corso d’allestimento: questa c’è, funziona bene, serve un territorio molto ampio, ha parcheggi ed è facilmente raggiungibile, perché chiuderla?”.

La Lega: "Niente vaccinazioni, ci sono le partite di basket"

La risposta, da parte del consigliere regionale delle Lega Nord Alessandro Corbetta è che “Al PalaDesio gioca la serie A del basket. Né oggi né in autunno può essere utilizzato esclusivamente per la campagna vaccinale di massa e per questo motivo è stato scartato”. Una spiegazione che non ha convinto il primo cittadino di Desio che ha ribattuto al collega del Carroccio ricordandogli che “mentre il Palazzetto veniva utilizzato per le vaccinazioni è stato sede anche di moltre attività sportive: gli allenamenti quotidiani delle ginnaste della San Giorgio, le partite della pallacanestro Cantù, e una tre giorni nazionale di ginnastica ritmica. Gli eventi sportivi sono senza pubblico, e per il centro vaccinale si utilizzano gli ampi atri di accesso, la palestra laterale, i bagni, le aree esterne”.

Tante firme in pochi giorni

La petizione in pochi giorni ha raggiunto quasi 1.200 firme. “Per vincere la sfida contro il covid e vaccinare l’intera popolazione, serve il maggior numero di centri vaccinali sul territorio – si legge nel testo della petizione -. Il tutto per evitare che le persone si debbano spostare in punti distanti dalle proprie abitazioni, creando traffico e grandi assembramenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una petizione on line per salvare il punto vaccinale del PalaBanco di Desio

MonzaToday è in caricamento