rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Coronavirus

Agli attacchi dei no vax Acamapora risponde: "Vi offro la nostra pizza che vi vaccina contro l'odio"

La risposta del papà di Pizzaut agli attacchi dei giorni scorsi contro i suoi ragazzi

Quegli attacchi ai suoi ragazzi proprio non gli sono andati giù. Ma all'odio scatenato sui social da alcuni utenti no-vax contro i ragazzi di Pizzaut che settimana scorsa hanno offerto la pizza agli operatori sanitari e ai volontari impegnati al centro vaccinale di Monza risponde con un gesto di bontà.

"Il vostro eccesso di livore mi spaventa ma non mi turba - spiega Nico con un post sui social -. Sono disponibile ad offrire una pizza anche a voi, all'aperto con il nostro truck food e rispettando le norme. Sono sicuro che la pizza più buona della galassia conosciuta, come i ragazzi di Pizzaut definiscono la loro, vi vaccinerebbe almeno dal virus dell'odio".

Una triste vicenda di attacchi violenti contro Acampora e i suoi ragazzi. Una vicenda arrivata persino alle cronache nazionali. Insulti ed epiteti contro Nico e i suoi pizzaioli speciali che avevano deciso di chiudere per un giorno il locale di Cassina de' Pecchi, nel Milanese, per preparare e donare le pizze ai medici, agli infermieri, al personale amministrativo e ai volontari in servizio al centro vaccinale nella ex area Philips.

I ragazzi si erano recati all'hub con il truck e avevano preparato e sfornato al momento le pizze. Un gesto partito dal cuore per ringraziare il personale che dall'aprile 2021 è impegnato nella campagna di vaccinazione.

Un gesto che, però, ha scatenato la rabbia e gli insulti degli odiatori della rete.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agli attacchi dei no vax Acamapora risponde: "Vi offro la nostra pizza che vi vaccina contro l'odio"

MonzaToday è in caricamento