rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Coronavirus

Arriva la quarta dose di vaccino: chi può farla e come prenotarla

Intanto alcuni centri vaccinali della Brianza chiuderanno a breve

Via libera alla quarta dose del vaccino anti covid per i lombardi immunodrepressi. Da domani, mercoledì 9 marzo, anche i monzesi e i brianzoli potranno prenotare sulla piattaforma regionale la dose 'booster': una dose indicata per i cittadini particolarmente fragili (immunocompromessi) che hanno già ricevuto la dose addizionale da almeno 4 mesi (120 giorni).

La quarta dose 'booster' è raccomandata, come indicato dalle autorità sanitarie nazionali, ai soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria per cause legate a malattia o a trattamenti farmacologici, e alle persone sottoposte a trapianto di organo solido.

I pazienti immunocompromessi che sono stati vaccinati presso il centro specialistico che li ha in cura potranno essere contattati per la somministrazione della quarta dose booster nel rispetto della distanza di 120 giorni dall'ultima somministrazione. In alternativa, i cittadini potranno rivolgersi direttamente agli hub vaccinali diffusi sul territorio, presentando la documentazione necessaria.

Chiudono i centri vaccinali

Dopo la chiusura dei centri tamponi, avvenuta nelle scorse settimane, nei prossimi giorni chiuderanno diversi centri vaccinali. La decisione è stata presa dalla direzione welfare della Regione ed è connessa "alla fine della fase dell'emergenza, prevista dal governo per il 31 marzo". Allo stesso tempo l'obiettivo è quello di "ottimizzare le risorse umane del settore ospedaliero, al fine di riprendere progressivamente la normale funzionalità del sistema sanitario". 

Per l'Ats Brianza rimarranno attivi gli hub di: Vimercate (presso la ex Esselunga), gli ambulatori covid all'ospedale di Desio e all'ospedale di Vimercate, quello all'ospedale San Gerardo di Monza e quello all'ospedale Manzoni di Lecco. Chiuderanno il 15 marzo l'hub all'ex Philips di Monza, l'ambulatorio covid di Merate e quello nell'area Cazzaniga di Merate. Infine il 31 marzo anche l'Auxologico di Meda terminerà il suo servizio.  "Una decisione che, come si legge nel Decreto, è connessa 'alla fine della fase dell'emergenza, prevista dal Governo per il 31 marzo 2022' - si legge nella nota della Regione Lombardia -. Allo stesso tempo l'obiettivo è quello di ottimizzare le risorse umane del settore ospedaliero, al fine di riprendere progressivamente la normale funzionalità del sistema sanitario. Il Decreto, inoltre, indica - per questa fase - che le Ats dovranno coinvolgere maggiormente le farmacie territoriali e le cooperative dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva la quarta dose di vaccino: chi può farla e come prenotarla

MonzaToday è in caricamento