Coronavirus, sette nuovi casi di contagio in città: a Monza tornano le visite nelle Rsa

"La maggior parte di queste persone sono asintomatiche ed hanno eseguito il tampone a seguito delle indagini sierologiche" ha spiegato il sindaco di Monza Dario Allevi

Il sindaco Allevi con la mascherina durante emergenza Coronavirus

Sette nuovi contagi a Monza. Questo il numero dei casi accertati da Ats nel capoluogo brianzolo mercoledì 17 giugno dopo un'altra giornata con "Zero" nuovi contagi in città.

Tra martedì e mercoledì è tornato a salire anche il numero delle persone risultate positive al Covid-19 in Brianza, con poco più di quaranta nuovi casi registrati nelle ultime ventiquattro ore. "Ci riferiscono che la maggior parte di queste persone sono asintomatiche ed hanno eseguito il tampone a seguito delle indagini sierologiche" ha specificato il sindaco Dario Allevi, riportando quanto indicato da Ats.

Visite nelle Rsa, si riparte dagli spazi aperti e dai giardini

Intanto, dopo le nuove disposizioni relative agli accessi nelle Case di Riposo in Lombardia, anche a Moza le strutture si stanno adeguando al rispetto delle disposizioni e stanno lavorando per garantire la ripresa delle visite con i familiari. Mercoledì in comune il sindaco Allevi ha incontrato i vertici e i responsabili delle Rsa della città. "È stato un incontro proficuo, al quale tenevo molto" ha spiegato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"All'ordine del giorno le novità introdotte da Regione Lombarda per disciplinare i nuovi accessi alle strutture e i protocolli per gli ingressi dei familiari in piena sicurezza. Un tema molto sentito e delicato, anche nella nostra città, che richiede soluzioni graduali, capaci di coniugare sensibilità e prudenza. Confermo che, grazie anche alla collaborazione di ATS, tutti i direttori sanitari stanno approntando nuove modalità di visita per i parenti, utilizzando soprattutto giardini e spazi esterni: grazie anche alla bella stagione è assicurata così una più ampia possibilità di colloqui per quegli ospiti che possono muoversi più facilmente. Maggiore flessibilità è in vista anche per gli altri utenti più fragili, per i quali - sappiamo bene - il contatto con i familiari è ancora più vitale. È inevitabile che le visite restino contingentate e protette ancora per qualche tempo: la priorità è e resta la tutela di ospiti e operatori rispetto a possibili nuovi contagi" ha aggiunto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alunno positivo: cosa succede ai suoi compagni (e ai loro genitori)

  • Tragedia a Lazzate, uomo trovato cadavere in via Enrico Fermi: indagano i carabinieri

  • Tumore al pancreas in stadio avanzato: operazione "unica" all'ospedale di Vimercate per una donna

  • Le meraviglie di Monza celebrate in televisione, in città le riprese della Rai

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Dove andare a fare castagne senza allontanarsi troppo da Monza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento