menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I ricoveri non si fermano. All'Asst Brianza aumentano anche i contagiati in Pronto soccorso

I reparti covid si riempiono. Continuano i ricoveri di pazienti per i quali le cure domiciliari non bastano

I ricoveri di pazienti covid non si fermano. Negli ospedali di Monza e Brianza sono in costante crescita il numero delle persone contagiate e  che necessitano il ricovero.

Il bollettino di venerdì 12 marzo conferma l’andamento che, purtroppo, ormai da settimane coinvolge anche la nostra provincia. Un aumento di contagi e di persone che hanno bisogno dell'assistenza specialistica in ospedale.

Al Policlicno di Monza sono ricoverati 92 pazienti covid di cui 7 in Terapia Intensiva. Dall’Asst Brianza i dati sono in netto aumento: 240 i pazienti ricoverati (il giorno prima erano 229) e alle ore 13 sono otto i contagiati in Pronto soccorso in attesa di ricovero. A Vimercate sono 141 di cui 8 in Terapia Intensiva; a Desio 67 di cui 5 in Terapia Intensiva; a Carate 32.  

Dall’ospedale San Gerardo di Monza da oggi non è verrà più fornito l’aggiornamento quotidiano dei dati. È previsto un bollettino, molto probabilmente due volte alla settimana. Fino a ieri, giovedì 11 marzo, nel nosocomio di via Pergolesi erano 208 i pazienti ricoverati e 27 quelli in Terapia Intensiva.

Inanto i sindaci invocano a gran voce il rispetto delle restrizioni. Nei giorni scorsi anche il sindacato degli infermieri (NurSind) aveva inviato - a un anno esatto dall'inizio della pandemia - un appello alla popolazione. L'invito a rispettare le regole: "Gli ospedali si stanno riempiendo velocemente - commentano - Anche noi non ce la facciamo più". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il supermercato alle porte della Brianza dove 'si fa la spesa gratis'

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Come funziona la truffa del pacco (e come difendersi)

  • Economia

    Validità e regole per il bonus vacanze 2021

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento