Coronavirus, a Monza sei nuovi contagi e si lavora per far ripartire i centri estivi

La data indicata dal governo per il via libera ai campus estivi per bimbi e ragazzi è il 15 giugno ma in Lombardia e a Monza si valuterà in base al trend dei contagi. Orari scaglionati, piccoli gruppi e sanificazione

Centro estivo - Repertorio

Sono sei i nuovi contagi registrati a Monza tra martedì 19 e mercoledì 20 maggio. Cinquanta invece i nuovi casi di contagio accertati sul territorio della provincia nell'ultima giornata. Anche nel capoluogo brianzolo, con la riapertura di bar, ristoranti, negozi, spazi verdi e del Parco è entrata nel vivo la Fase 2 e i monzesi, passo dopo passo, hanno iniziato a convivere con il virus e con la "nuova" normalità.

Tra i nodi da risolvere anche le agevolazioni lavoro-famiglia: con le scuole e gli asilo nido chiusi il rientro al lavoro di molti genitori ha comportato difficoltà da gestire. Dal comune di Monza assicurano che - se il trend dei contagi lo consentirà - anche per l'estate 2020 saranno organizzati centri estivi e mini campus. Diversi da quelli degli scorsi anni ma comunque un prezioso strumento per i più piccoli per l'estate e per i genitori. 

"La data indicata dal Governo è quella del 15 giugno" ha spiegato il sindaco di Monza Dario Allevi in un post su Facebook annunciando la possibilità di organizzare centri estivi anche in città. "Le Regioni hanno facoltà di modificarla sulla base del trend dei contagi. In ogni caso i Campus Estivi dedicati ai più piccoli si potranno organizzare anche quest’anno".

Campus Estivi, ci saranno anche a Monza

Orari di ingresso e uscita scaglionati, l'utilizzo di spazi all'aperto e piccoli gruppi di lavoro con un'attenzione minuziosa alle norme di igiene e sanificazione. Queste le direttive che dovranno ispirare l'organizzazione dei campus. 

"A Monza ci stiamo lavorando già da qualche settimana, insieme a tante realtà associative del territorio e conto di potervi anticipare qualche informazione in più già nel giro di pochi giorni" ha detto Allevi. "Non certo per bruciare i tempi, ma per assicurare ai bambini che la loro estate non sarà (del tutto) rovinata e ai genitori che potranno contare su questa possibilità qualora impegnati con il rientro al lavoro.".

Tra le regole condivise appunto privilegiare le attività all'aperto, scaglionare orari di ingresso/uscita, organizzare piccoli gruppi sempre con lo stesso educatore (uno ogni 5 bimbi fino ai 3 anni; uno ogni 7 fino agli 11 anni; uno ogni 10 fino ai 17 anni), adottare misure straordinarie di pulizia delle attrezzature e delle superfici, rispettare norme rigorose di igiene, a partire dalla disinfezione delle mani più volte al giorno.

"A breve saremo in grado di comunicare i dettagli di questo speciale patto educativo che dovrà proteggere bimbi e famiglie per l'estate 2020" ha concluso.

Coronavirus, i contagi a Monza e Brianza

Nel report giornaliero fornito mercoledì da Regione Lombardia i dati sono positivi: la curva scende con decisione. I nuovi casi positivi sono 294 (in diminuzione il totale del positivi -620). In terapia intensiva ci sono 13 persone in meno e -145 sono le persone ospedalizzate meno gravi. Rimangono, purtroppo, ancora 65 decessi in Lombardia. Tra Monza e la Brianza ci sono stati 50 contagi in più.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento