rotate-mobile
Coronavirus

Sci, impianti aperti dal 15 febbraio: "Non ci sono più motivi per tenerli chiusi"

Regione Lombardia preme per riaprire gli impianti sciistici: "Il governo decida"

"Riempire" le montagne. Subito. Regione Lombardia torna a premere il piede sull'acceleratore per cercare di cancellare, almeno in parte, divieti e restrizioni per le piste da sci e torna a pizzicare il governo. A farlo, con una nota ufficiale, è stato l'assessore alla montagna, Massimo Sertori, che martedì sera si è rivolto direttamente all'esecutivo, ricordando a Roma gli impegni presi. 

"È prevista per questa settimana, ma non abbiamo certezza neppure su questo, la riunione del comitato tecnico scientifico che dovrebbe approvare il protocollo che le regioni hanno messo a punto per la riapertura degli impianti sciistici, accogliendo tutte le osservazioni avanzate dallo stesso Cts. Non abbiamo pertanto ragione di pensare che non verrà approvato", le parole di Sertori. 

La data cerchiata in rosso sul calendario è il prossimo 15 febbraio, quando gli impianti - stando all'ultimo decreto della presidenza del consiglio dei ministri, il Dpcm - dovrebbero poter riaprire. "Il ministro Boccia ha dichiarato nell'ultima conferenza Stato regioni che questa settimana avrebbero assunto una decisione definitiva in merito alla data, che diventa elemento fondamentale per la sopravvivenza dell'economia di montagna", ha ribadito l'assessore lombardo. 

Secondo Sertori non ci sono più alibi: "Abbiamo una situazione epidemiologica migliore rispetto a una settimana fa ed è stato predisposto un protocollo che prevede una serie di restrizioni anti contagio per consentire un'apertura in totale sicurezza. Non ci sono più motivi ostativi rispetto all'apertura degli impianti il 15 febbraio", ha sottolineato. "L'auspicio - ha rimarcato l'assessore - è che non solo il Cts formalizzi quello che di fatto è già nell'intesa, ma che lo faccia in tempi ragionevoli consentendo agli operatori di potersi organizzare con la ripartenza. Non salveremo certamente la stagione invernale, già fortemente compromessa, - ha concluso Sertori - ma attenueremo il danno subìto da un comparto che ha molto sofferto per i risvolti della pandemia. Siamo in una fase in cui serve serietà, basta rimandare occorre fare delle scelte".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sci, impianti aperti dal 15 febbraio: "Non ci sono più motivi per tenerli chiusi"

MonzaToday è in caricamento