menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spesa e farmaci a casa, tornano attivi i numeri dell'emergenza coronavirus a Monza

Dalla spesa a domicilio alla consegna dei farmaci fino al supporto psicologico: ecco i numeri utili per chi è in quarantena o ha bisogno di assistenza con la spesa e le medicine

A Monza tornano attivi i numeri di emergenza comunali e i servizi di consegna di spesa e farmaci a domicilio predisposti durante i mesi del lockdown durante la prima ondata di pandemia. Alla luce dell’aumento dei contagi e dell’evoluzione epidemiologica in città a Monza da lunedì 2 novembre riprende l’attività “NoicisiAMO”, l’unità di crisi permanente, costituita presso la sede comunale di Via Guarenti, per garantire aiuto e sostegno ai cittadini durante questa nuova fase di emergenza.

I due numeri di emergenza

Il 334/6311270 è dedicato a quanti, per evitare di uscire di casa, chiedono aiuto al Comune per la consegna a domicilio dei pasti, della spesa e dei farmaci, per ricevere assistenza personale e domiciliare. Gli operatori sono disponibili anche a fornire un supporto per l’utilizzo dei vari servizi online. Potenziato anche lo sportello di aiuto piscologico che fornisce un servizio di sostegno e ascolto rivolto in particolare alle persone sole e più fragili. Il secondo numero è il 339/8738417, dedicato esclusivamente alle persone in quarantena e isolate in casa. Anche per questi cittadini l’Amministrazione Comunale riattiva il servizio di consegna a casa dei pasti, della spesa e dei farmaci e l’assistenza domiciliare. I due numeri di emergenza sono attivi da lunedì a sabato dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle 13.00 alle 17.00. “Ancora di più in questa fase è indispensabile stare vicino alle persone sole e agli anziani, fornendo tutto l’aiuto possibile non solo per le questioni pratiche e logistiche ma anche per attenuare il peso dell’isolamento e della preoccupazione, che talvolta diventano opprimenti in questi giorni segnati inevitabilmente dalla paura e dall’ansia”, spiegano il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore alle Politiche Sociali Desiree Merlini.

Il servizio “NoicisiAMO” è coordinato dal Settore Servizi Sociali e dalla Protezione Civile, che hanno creato una vera e propria rete di solidarietà composta da: Auser Monza e Brianza, Croce Rossa Italiana, Associazione Il Salvagente, Associazione San Vincenzo, Associazione XXI Rapax, Cooperativa Monza 2000, Consorzio CS&L, Giovani Universitari delle Unità Pastorali, AGESCI Monza, Fondazione Alessio Tavecchio e cittadini volontari. “Ringrazio questo straordinario ‘esercito del bene’ che ancora una volta si è messo a disposizione per aiutare la nostra comunità ad affrontare al meglio questi momenti così difficili”, aggiunge il Sindaco Dario Allevi.

Il servizio era stato avviato lo scorso 5 marzo e si era concluso a giugno con un totale di 2798 telefonate. 1.691 le persone che avevano contattato il Comune durante il primo picco dell’epidemia, 2.093 i servizi effettuati per l’assistenza domiciliare e la consegna di pasti. La consegna a casa della spesa e dei farmaci è stata possibile grazie alla collaborazione di 274 volontari. Le persone complessivamente aiutate sono state 1.412.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cinque cose insolite da vedere in Brianza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento