Coronavirus

In uno studio scientifico gli esiti del covid a distanza di sei mesi e un anno dalle dimissioni

Capofila l'ospedale San Gerardo di Monza e l'Università Milano Bicocca

La polmonite bilaterale da Covid lascia il segno. Anche dopo sei mesi dalla guarigione. Adesso a dimostrarlo è anche la scienza.

Questo quanto emerso da uno studio condotto dalla Pneumologia dell’ospedale San Gerardo di Monza in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Uno studio che ha visto il nosocomio monzese capofila, e che ha coinvolto  gli Spedali Civili di Brescia, il Salvini Garbagnate Milanese, il San Giuseppe di Milano e gli ospedali di Cremona, Crema e Vimercate.

Lo studio ha coinvolto 312 pazienti che erano stati ricoverati per polmonite da SARS-CoV-2 e che sono stati monitorati a distanza di 6 e di 12 mesi dalle dimissioni. Lo studio prevedeva visite pneumologiche con prove funzionali respiratorie e radiografie del torace.

Le visite a 6 mesi si sono concluse a novembre 2020 e sono state oggetto di un articolo in pubblicazione sulla rivista scientifica Respiration, mentre il follow-up a 12 mesi si sta completando in questi giorni.

Lo studio ha mostrato che - sei mesi dopo la polmonite da SARS-CoV-2 - le alterazioni delle prove funzionali respiratorie e della radiografia del torace sono presenti in una percentuale considerevole della popolazione oggetto dello studio.

 In particolare i due esami che si sono rivelati più “sensibili” nell’individuare le sequele polmonari sono la diffusione alveolo-capillare del monossido di carbonio (DLCO), che costituisce un parametro misurabile nell’ambito delle prove funzionali respiratorie, e la radiografia del torace che hanno mostrato delle alterazioni rispettivamente nel 46% e nel 25% dei pazienti valutati.

Alterazioni comunque non serie. A distanza di sei mesi dalle dimissioni nel 69% dei pazienti non c’era più la sensazione di mancanza di fiato. Nei restanti è comunque presente solo in occasione di sforzi fisici intensi. Anche per quanto riguarda il test del cammino solo una minoranza dei partecipanti allo studio mostrava una riduzione della distanza percorsa.

Dallo studio è emerso che la profilassi con somministrazione di eparina (attuata all’ospedale San Gerardo di Monza) per prevenire i trombi ha funzionato anche come protezione delle alterazioni funzionali respiratorie a lungo termine.

 “Il nostro è il primo studio multicentrico italiano ad affrontare il problema delle sequele polmonari a 6 mesi dalla polmonite da SARS-CoV-2 commenta il direttore generale Mario Alparone e ci permetterà di valutare meglio gli effetti a lungo termine sui pazienti che hanno contratto questa malattia, le cui conseguenze, a tutt’oggi, non sono ancora totalmente conosciute”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In uno studio scientifico gli esiti del covid a distanza di sei mesi e un anno dalle dimissioni

MonzaToday è in caricamento