Tampone obbligatorio per chi rientra da Croazia, Grecia, Malta e Spagna: come richiederlo

Dopo la comunicazione, sarà la stessa Ats Brianza a contattare gli interessati per l'effettuazione del tampone

Tampone obbligatorio per chi rientra da Grecia, Spagna, Croazia e Malta e "mini" isolamento in attesa dell'esito del test. Dal 13 agosto la nuova ordinanza ministeriale a firma del ministro Roberto Speranza ha istituito nuove regole valide su tutto il territorio nazionale e quindi anche in Lombardia. 

Chi deve effettuare il tampone

Chi rientra da uno dei Paesi coinvolti e non ha già effettuato nelle 72 ore antecedenti l’ingresso in Italia un test molecolare o antigenico, a mezzo di tampone, con esito negativo oppure non ha già effettuato un test molecolare o antigenico, a mezzo di tampone, con esito negativo al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, verrà contattato da ATS Brianza per l'effettuazione del tampone. Al rientro in Italia è necessario compilare il modulo online e fornire i propri dati. Nella giornata del 14 agosto il presidente Fontana e l'assessore Gallera hanno poi chiarito che non è necessario sottoporsi all'isolamento fiduciario (in assenza di sintomi) in attesa dell'esito del tampone ma il rispetto delle norme igienico sanitarie, l'uso continuativo della mascherina e la limitazione degli spostamenti. Per informazioni i numeri telefonici sono i seguenti: 0362 304873/72/76/77 dal lunedì al venerdì alle 9,00 alle 17,00 oppure all’indirizzo mail dipartimento.igiene@ats-brianza.it

Rientro dall'estero: le regole

"Per i cittadini lombardi che rientrano da questi Paesi - ha spiegato l'assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera - mettiamo a disposizione il supporto operativo e informativo necessario attraverso il numero unico 116117, che fornirà i riferimenti delle ATS di competenza per domicilio". "Nel periodo precedente l'effettuazione del test ed in attesa del suo esito, ferma restando l'indicazione di informare immediatamente il proprio MMG o operatore sanitario pubblico in caso di insorgenza di sintomi sospetti - aggiunge - è fortemente consigliato ridurre la vita sociale (esempio partecipazione ad eventi collettivi) ed è indispensabile l'utilizzo della mascherina anche all'aperto ed in presenza di conviventi nella propria abitazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Regione Lombardia - conclude l'assessore al Welfare - ha affrontato da subito il tema dei cittadini provenienti dall'estero attraverso un protocollo specifico per il settore agricolo che prevede il tampone per i lavoratori stagionali e con il monitoraggio e controllo costante da parte delle ATS per coloro che hanno contatti stretti (ad es. le badanti) con persone anziane e fragili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Valassina, pirata della strada travolge coppia in moto: un morto e un ferito

  • Tragedia a Lazzate, uomo trovato cadavere in via Enrico Fermi: indagano i carabinieri

  • Le meraviglie di Monza celebrate in televisione, in città le riprese della Rai

  • Guida ubriaco e travolge moto uccidendo donna poi abbandona auto: arrestato 30enne

  • Ombrelli sopra il centro di Monza, ecco perchè la città si è coperta di verde

  • Ubriaco travolge coppia in moto sulla Valassina poi scappa: morta donna monzese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento