Tamponi rapidi ad Agrate, in città parte il nuovo servizio: quanto costa e come funziona

Ad illustrare le modalità di accesso è stato il sindaco del comune brianzolo Simone Sironi che ha specificato che il kit andrà acquistato solo su prescrizione medica

Tamponi rapidi, con risultato in breve tempo per rilevare l'infezione da covid-19. Ad Agrate Brianza è stato attivato un nuovo servizio grazie alla collborazione tra amministrazione comunale, medici di medicina generale e protezione civile.

I volontari dell'associazione hanno infatti installato presso il parcheggio del Polo Socio Sanitario una casetta mobile che diverrà il nuovo punto di esecuzione dei tamponi rapidi nel comue. "Solo ed esclusivamente a fronte di indicazione e prescrizione da parte del proprio Medico di Medicina Generale, ci si potrà recare in questa sede per avere una diagnosi più veloce e non sovraccaricare i punti prelievo ospedalieri" ha spiegato il sindaco Simone Sironi, annunciando l'iniziativa.

Come funziona e chi può fare il tampone rapido

Per effettuare il test bisogna essere in possesso di prescrizione medica. Il kit per il tampone rapido si acquista presso la Farmacia del Polo Socio Sanitario: il costo è di 15 euro, comprensivo della prestazione infermieristica. "Non ci sono margini di utile in questa cifra: la nostra ASSAB (Azienda Speciale Servizi di Agrate Brianza) ha voluto offrire un servizio ai cittadini, senza lucro" ha precisato il primo cittadino.

"Ringrazio tutti per aver consentito di attivare un servizio così importante, che speriamo possa essere utile ai nostri Medici, e quindi a tutti i loro pazienti, nella gestione delle diagnosi".

tamponi rapidi agrate-2

I numeri del virus ad Agrate Brianza

Intanto anche ad Agrate Brianza sono in aumento i casi di contagio da coronavirus. "L'aumento dei contagi che si registra nella nostra regione, in particolare nella nostra provincia, inizia a farsi sentire anche nel nostro comune" ha annunciato Sironi che sabato ha spiegato che in due giorni il numero dei soggetti positivi è quasi raddoppiato, passando da 39 a 56, con un incremento del 40%.

"Oltre 50, invece, sono le persone in sorveglianza attiva: alcuni sono ospedalizzati, altri sono curati a casa con pochi sintomi e altri ancora sono asintomatici. Tra di loro abbiamo anche dei ragazzi che frequentano le nostre scuole, ed è per questo che da giovedì una classe della scuola secondaria di primo grado è stata messa in via precauzionale in quarantena ed è stata attivata la didattica a distanza" ha spiegato in un intervento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento