rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Coronavirus

Vaccini anti covid ai bimbi, quando si parte in Lombardia

Vaccini ai bimbi tra i 5 e 11 anni pronti da metà dicembre

Un paio di settimane ancora e la Lombardia sarà pronta. Da metà dicembre in regione inizieranno le somministrazioni dei vaccini anti covid ai bimbi tra i 5 e gli 11 anni. Ad annunciarlo è stata la vicepresidente e assessore al welfare del Pirellone, Letizia Moratti, chiarendo che è già partita la macchina per riorganizzare "i centri vaccinali su tutto il territorio regionale, per garantire ai più piccoli sino a 40mila inoculazioni al giorno, nella massima sicurezza".

"Per questo target di popolazione l’accesso alla vaccinazione anti covid 19 verrà organizzata tenendo conto delle esigenze dei bambini e delle loro famiglie", ha sottolineato la numero due della regione. Per questo saranno previsti "linee dedicate, fasce orarie comode e facilmente accessibili, personale formato nella gestione del target pediatrico". 

Il via libera per il vaccino ai bimbi

Il via libera per il vaccino anti covid ai bimbi nella fascia 5-11 anni è arrivato nelle scorse ore da Aifa, l'agenzia italiana del farmaco. "La commissione tecnico scientifica di Aifa ha approvato l’estensione di indicazione di utilizzo del vaccino Comirnaty, Pfizer, per la fascia di età 5-11 anni, con una dose ridotta, un terzo del dosaggio autorizzato per adulti e adolescenti, e con formulazione specifica.  La vaccinazione - si legge in una nota - avverrà in due dosi a tre settimane di distanza l’una dall’altra. I dati disponibili dimostrano un elevato livello di efficacia e non si evidenzino al momento segnali di allerta in termini di sicurezza".

Non solo bimbi, però. Perché in Lombardia la campagna vaccinale prosegue per tutti. “Con più di 80mila vaccinazioni anti covid, tra prime e terze dosi, somministrate nella giornata di giovedì, regione Lombardia continua ad essere un modello di responsabilità, a salvaguardia della salute di tutta la comunità contro il covid-19", ha esultato la Moratti. 

“I lombardi - ha sottolineato la vicepresidente - sanno bene che il vaccino è davvero l'unica arma efficace per fronteggiare la pandemia e che solo stando uniti si può vincere, per questo in moltissimi si stanno presentando presso gli hub vaccinali, anche in accesso diretto. Uno straordinario senso civico - ha concluso - che premia l’impegno di medici, infermieri, personale amministrativo, protezione civile, militari e volontari”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini anti covid ai bimbi, quando si parte in Lombardia

MonzaToday è in caricamento