rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Coronavirus

Sarà un Capodanno da zona gialla per Monza e la Lombardia?

La Regione sta aumentando i posti letto per scongiurare il "pericolo" ma potrebbe non bastare

La Lombardia è ancora zona bianca e il weekend di Natale e Santo Stefano per Monza e l'intera regione sarà all'insegna della massima libertà disponibile, secondo l'attuale quadro normativo anti covid. L'incremento continuo dei casi, che va avanti già da diverse settimane in tutto il Paese, rischia però di mandare in zona gialla l'intera regione proprio in vista del Capodanno, già dal 27 dicembre.

La strategia di Regione Lombardia per scongiurare l'entrata in zona gialla e far sì che la Lombardia rimanga zona bianca dopo Natale, anche a fronte del recente aumento dei contagi, è quella di aumentare i posti disponibili per i pazienti covid negli ospedali lombardi. Una strategia che si è dimostrata finora vincente ma che potrebbe non bastare.

Palazzo Lombardia - come evidenzia l'aggiornamento trasmesso al ministero della Salute sui posti letto disponibili in area medica per pazienti covid - ha aggiunto altri 1.752 posti letto con l'obiettivo di ridurre la percentuale di pazienti covid ricoverata rispetto al totale di letti a disposizione (che attualmente è di circa il 14%). Il nuovo valore è di 10.237, vicino al tetto massimo di 10.500 posti letto. Non ci sono invece variazioni nel numero di posti in terapia intensiva che rimane 1.530. Al momento non è ancora chiaro se all'aumento di letti - che nei piani dovrebbero diventare oltre un centinaio ogni 100mila abitanti - corrisponderà anche l'introduzione di nuovo organico - medici, infermieri e oss - per poter gestire i nuovi potenziali pazienti.

Per la zona gialla i parametri da superare sono i seguenti: incidenza oltre i 50 casi ogni centomila abitanti, 15 per cento di posti letto occupati da pazienti covid nei reparti ordinari, e 10 per cento di posti letto occupati nelle terapie intensive covid. Per la zona arancione, incidenza superiore ai 150 casi ogni centomila abitanti, 30 per cento di posti letto occupati nei reparti ordinari e 20 per cento nelle terapie intensive. Per la zona rossa, incidenza sempre superiore ai 150 casi ogni centomila abitanti, 40 per cento di posti letto occupati nei reparti ordinari e 30 per cento nelle terapie intensive.

Fontana: "Situazione abbastanza sotto controllo"

"Siamo ancora in una situazione abbastanza sotto controllo, per ora i numeri non ci penalizzano ancora - ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana al brindisi della Lega a Milano con Matteo Salvini -. Invieremo i numeri martedì, tutto dipenderà dai prossimi due giorni, ma credo che ci siano buone possibilità di rimanere in bianco ancora per qualche tempo".

"Abbiamo attivato la nostra struttura - ha spiegato il governatore a proposito della gestione dei nuovi contagi in salita - sono stati aumentati i posti sia in terapia ordinaria che intensiva" negli ospedali. Su nuove restrizioni o misure "valuteremo ciò che deciderà il governo e la struttura commissariale", ha concluso il governatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarà un Capodanno da zona gialla per Monza e la Lombardia?

MonzaToday è in caricamento