intervento / Desio

Rifiuti abbandonati e banchine inadatte ai disabili: richiesto intervento nella stazione brianzola

La stazione sarà inserita nel PIS (piano Integrato Stazioni) di Rfi per una riqualificazione

Rifiuti abbandonati in prossimità dei binari. Incuria del verde. E banchine troppo basse e inadatte all'accesso delle persone disabili sui treni.

Sono diversi i problemi rilevati dall'amministrazione comunale di Desio e inerenti la stazione ferroviaria cittadina. Criticità per le quali nei giorni scorsi dagli uffici del palazzo comunale è partita una richiesta di intervento urgente indirizzata a Rfi. "In seguito ad alcune interlocuzioni telefoniche con Rfi (Rete ferrovie italiane) abbiamo inviato l’elenco delle principali problematiche che abbiamo riscontrato sul territorio nelle aree di pertinenza della stazione di Desio, per segnalare e risolvere alcune urgenti necessità rilevate in città" spiega a proposito l’assessore ai Lavori Pubblici Martina Cambiaghi.

Di fatto, come chiariscono dagli uffici, l'amministrazione chiede un intervento urgente a Rriper la situazione in cui versano le aree limitrofe alla stazione ferroviaria, che altrimenti rischia di diventare oggetto di incuria e ricettacolo di rifiuti vari: "Lo scalo ferroviario di via alla stazione è uno dei biglietti da visita della nostra città ed è nostro dovere assicurare ai pendolari e ai viaggiatori il miglior impatto, anche estetico, attraverso una radicale pulizia" ha sottolineato l'assessore.

"A Rfi è stata richiesta la manutenzione del verde lungo la via Edison, dovuta principalmente alla presenza di rovi sul lato est della ferrovia, e dopo il sottopasso di via Tagliabue, sul lato ovest di alcune aree di pertinenza, dove spesso si verificano fenomeni di abbandono dei rifiuti - illustra il vicesindaco e assessore all'Ecologia Andrea Villa - Dal canto suo, rimane l'impegno dell'amministrazione comunale nel garantire la manutenzione del sottopasso di via Lombardia.

"ll dialogo con Rfi prosegue e questo per noi è motivo di soddisfazione - conclude Cambiaghi - Recentemente abbiamo incontrato un gruppo di cittadini con disabilità che ha evidenziato come le banchine della stazione di Desio fossero nettamente più basse rispetto ai treni, anche di nuova costruzione, rendendo impossibile l'accessibilità dei mezzi da parte di persone con disabilità motorie e difficoltà per mamme con passeggini. Per questo ci siamo fatti portavoce di questa esigenza con il gruppo ferroviario, che ci ha comunicato l’inserimento della stazione di Desio nel PIS (Piano Integrato Stazioni) all’interno del programma 2023/2032. La questione è quindi nota e allertata, sarà nostra cura aggiornare durante i vari passaggi che si susseguiranno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti abbandonati e banchine inadatte ai disabili: richiesto intervento nella stazione brianzola
MonzaToday è in caricamento