Giovedì, 28 Ottobre 2021
Attualità

Poppata e cambio pannolino in tranquillità: arrivano 10 baby pit stop

A Monza una bella novità per le mamme

Buone notizie per le mamme monzesi. In città arrivano dieci spazi gratuiti dove poter cambiare il pannolino, riscaldare il latte, o allettare il bambino in totale tranquillità. 

In occasione della Settimana Mondiale dell’allattamento materno 2021 il Comitato provinciale dell'Unicef,  il Comune di Monza, l'Associazione ostetriche Felicita Merati inaugurano in dieci spazi comunali dieci Baby Pit Stop. Un sogno diventato realtà anche grazie alla filosofia di rete e alla collaborazione creata con altre realtà associative del territorio ( Arcodonna, Easymamma, L’arte di amarsi e Soroptimist International Club di Monza che a livello nazionale ha stipulato un accordo specifico con Unicef).

La città di Monza avrà spazi protetti e gratuiti dove le mamme potranno fermarsi liberamente per allattare e cambiare il proprio bambino. Il progetto era nato nel 2019, ma a causa dell'emergenza sanitaria la sua realizzazione è slittata. 

Ecco dove si trovano

Ecco dove sono i 10 baby pit stop: nelle biblioteche civiche di San Gerardo, Triante, San Rocco, alla biblioteca ragazzi e nei primi mesi del prossimo anno anche in quella di Cederna. Baby pit stop anche nei Centri civici di Sant'Albino, San Rocco, Cederna, San Donato e da oggi marterdì 5 ottobre anche in quello di San Giuseppe-San Carlo (in via Silva 26). 

Il comune di Monza ha da subito aderito al Progetto presentato in primis all’assessore Martina Sassoli all’interno del tavolo pari opportunità, mettendo a disposizione gli spazi citati, ha poi determinato un patto di collaborazione con l’associazione Ostetriche Felicita Merati, con gli assessorati alle Pari Opportunità, alla partecipazione e ai Servizi Bibliotecari -Educativi0/6.

"Monza una città baby friendly"

"Riconosciamo la bellezza della nostra città e, per questo, stiamo schiacciando l’acceleratore per aumentare i servizi rivolti ai cittadini - spiega Sassoli -. Baby pit stop è un progetto per una città baby friendly in cui genitori, che si dividono tra lavoro, tempo libero e cura dei piccoli, e bambini possano sentirsi sempre a casa, anche all’interno degli spazi pubblici".

Il Comitato provinciale di Monza e Brianza per l’Unicef, con un suo donatore, ha fornito gli arredi dei cinque Centri Civici, il Soroptimist International Club di due biblioteche.

 “La necessità di affrontare con l’impegno di tutti il rispetto e la realizzazione dei diritti dell’infanzia - dichiara Maria Luisa Sironi, presidente del Comitato Unicef di Monza e Brianza - il diritto alla salute e l’importanza dell’allattamento, come bisogno primario e come momento di crescita affettiva e sociale, elementi fondamentali per il futuro della nostra società”.

Uno stimolo ad uscire di casa

Per le neo mamme un Baby Pit Stop può essere stimolo e facilitatore per uscire di casa in un periodo spesso difficile come il post partum, alimentare il proprio bambino e cambiarlo in un ambiente dedicato di cui possono ovviamente servirsi anche i papà o chi si prende cura del bambino.

A latere, ma sempre parte del progetto Baby Pit Stop Unicef a Monza, verranno aperti il 5 ottobre anche altri 7 baby pit stop Unicef in città, grazie alla disponibilità della farmacia San Rocco, Triante, Del Corso e Predari, oltre al negozio per l’infanzia Mumonthego e della libreria Tutti giù per terra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poppata e cambio pannolino in tranquillità: arrivano 10 baby pit stop

MonzaToday è in caricamento