rotate-mobile

"Non si lasciano indietro neppure gli animali": il video dell'Enpa per aiutare i cani e i gatti che arrivano dall'Ucraina

Intanto l'Ente nazionale protezione animali di Monza è già pronto ad aiutare gli animali dei profughi che arriveranno in Brianza

"I profughi ucraini lasciano la loro terra in cerca di pace. Molti portano i propri animali. Profughi anche loro. E gli animali, che sono famiglia, non si lasciano mai indietro. Per loro e per le loro famiglie, Enpa c’è. Aspettando la pace per tutti". Questo il messaggio che ha inviato Giorgio Riva, presidente dell'Enpa di Monza e Brianza, divulgando il video realizzato dall'Ente nazionale protezione animali. 

Un video carico di emozione: un condensato di immagini che parlano da sole. L'amore incondizionato di migliaia di profughi che in viaggio verso l'Occidente portano, oltre allo zaino o alle borse con pochi oggetti, anche il loro inseparabile amico a quattro zampe. Cani e gatti in braccio o nei trasportini. Volti carichi di fatica e di paura quelli dei loro proprietari. Ma al loro fianco ci sono i loro inseparabili amici a quattro zampe. "Loro non si abbandonano - ribadisce il video realizzato da Enpa -. Loro sono famiglia; loro sono conforto e calore; loro sono casa". 

Quella casa che nelle ultime settimane migliaia di ucraini devono abbandonare. Case bombardate, o case abbandonate ai primi venti di guerra portandosi al seguito - tra le mille fatiche e paure - anche quegli animali domestici che fanno parte della famiglia. 

Il rifugio dell'Enpa di Monza, in stretta collaborazione con Ats Brianza, si è messo a disposizione per l'accoglienza degli animali da compagnia dei profughi che, grazie all'intervento del Governo, potranno entrare in Italia anche senza il passaporto sanitario. L'Enpa monzese fin da subito ha dato la disponibilità ad aprire le porte del suo rifugio agli animali che, magari durante la notte, non possono essere accolti nelle strutture o nelle case dove verranno ospitati i profughi, o che comunque necessitano periodi di stalli, anche casalinghi. "Ci sono volontari che hanno già dato la loro disponibilità anche per questa iniziativa", precisa Riva. Ma non solo. Enpa Monza si mette a disposizione anche per la distribuzione delle pappe, per la profilassi sanitaria, per le vaccinazioni e per tutte le eventuali pratiche burocratiche e sanitarie del caso. 

Video popolari

MonzaToday è in caricamento