"Una ferrovia Svizzera taglierà Monza": il comitato scende in trincea e chiede di interrarla

Si tratta della LuMiMed che collegherà Lugano al Porto di Genova

Immagine repertorio

Un corridoio verso il mare: una ferrovia a doppio binario da Lugano (Svizzera) al Porto di Genova interamente pagata da aziende svizzere. È la LuMiMed, una linea ad alta velocità/alta capacità — al momento in fase avanzata di studio — che se verrà realizzata porterà al superamento delle linea storica e al collegamento diretto tra la Svizzera e i porti liguri. Una linea che se verrà realizzata, e il progetto sembra quasi realtà, attraverserà Monza. Il piano, a lungo termine, è imponente: si parla di un investimento complessivo di 11,5 miliardi di euro. La nuova linea — se tutto andrà secondo i programmi — dovrebbe essere costruita a tappe e i lavori dovrebbero concludersi entro il 2030.

I nuovi binari a ridosso della "Capitae Brianzola" hanno messo in allarme l'associazione Hq Monza: "Il progetto, di lungo termine ma ben lungi dall’essere un “sogno fantasioso”, comporterebbe per Monza la creazione di una nuova linea ferroviaria in superficie nella zona ovest della città, dove ci sono terreni agricoli residuali, con effetti rilevanti dal punto di vista ambientale e dell’inquinamento acustico — ha scritto l'associazione in una nota —. La linea prevede a regime almeno 200 treni al giorno 24 ore su 24, e stiamo parlando dei nuovi 'merci-serpente' lunghi sino a 800 metri l’uno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'associazione, che nei giorni scorsi ha incontrato l'assessore regionale alle Infrastrutture Claudia Maria Terzi, ha chiesto che il tratto di ferrovia monzese venga interamente realizzato sottoterra. Non solo, durante l'incontro è emerso che la " la Regione Lombardia non è mai stata coinvolta (nel progetto)", spiega Hq Monza. "Ma l’assessore — conclude l'associazione — ha ben compreso l’importanza e delicatezza della questione e si è impegnata a ottenere chiarimenti per tutelare gli interessi del nostro territorio".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Monza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Valassina, pirata della strada travolge coppia in moto: un morto e un ferito

  • Tragedia a Lazzate, uomo trovato cadavere in via Enrico Fermi: indagano i carabinieri

  • Le meraviglie di Monza celebrate in televisione, in città le riprese della Rai

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Guida ubriaco e travolge moto uccidendo donna poi abbandona auto: arrestato 30enne

  • Tumore al pancreas in stadio avanzato: operazione "unica" all'ospedale di Vimercate per una donna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento