rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Parco di Monza

Arte e Natura, torna il festival del Parco di Monza con oltre 50 eventi

Il programma della due giorni dedicata alla promozione, valorizzazione e scoperta del polmone verde brianzolo e dei suoi gioielli

Oltre 50 appuntamenti tra percorsi guidati, momenti poetici, letterari, teatrali e musicali nel verde del parco. Torna per la quinta edizione il festival del Parco di Monza tra arte e natura. Appuntamento sabato 17 e domenica 18 settembre con l’evento promosso e organizzato dal neo costituito Comitato Promotore del Festival del Parco di Monza (Associazione Novaluna, Creda Onlus, Meta Coop., Scuola Agraria del Parco di Monza e Musicamorfosi) e dal Consorzio Villa Reale e Parco di Monza.

La manifestazione culturale all’insegna dell’ecosostenibilità è dedicata alla scoperta, conoscenza e valorizzazione del Parco e dei Giardini Reali, nei loro spazi verdi, nelle Ville e nelle Cascine, cresciuta negli anni per qualità dell’offerta e per la sempre più ampia presenza di pubblico. “In questi cinque anni abbiamo proposto idee, buone pratiche innovative, originali iniziative e raccolto adesioni, partecipazione e consenso” dichiara Sergio Civati, Presidente del Comitato Promotore del Festival del Parco di Monza.

“Il Festival del Parco non è un evento annuale fine a sé stesso, è un’esperienza volta ad affermare una visione più ampia di un Parco eco-sostenibile. Un Parco protagonista di un progetto culturale e ambientale da realizzare sin d’ora e proiettato nel futuro. Un Parco come Patrimonio Europeo: insieme alla Villa Reale e ai suoi Giardini, necessita di progettualità, programmazione e servizi, per poter offrire valore e qualità, anche con positive ricadute sull’economia del territorio. Scopo del Festival è stimolare istituzioni, associazioni e realtà economiche a operare in questa direzione”.

Il Festival prevede due giorni di iniziative: dagli originali percorsi guidati alla scoperta dei luoghi più belli e meno conosciuti del Parco e dei Giardini, agli eventi culturali, artistici, musicali, letterari, poetici, teatrali e di intrattenimento sempre realizzati nel pieno rispetto dell’ambiente che li ospita, oltre a incontri e laboratori didattico-educativi per bambini e adulti dedicati all’educazione e sostenibilità ambientale.

“Il Festival del Parco – ha spiegato Arianna Bettin, assessore alla Cultura, Parco e Villa Reale - rappresenta un modello da molteplici punti di vista, un modello da incentivare, incoraggiare e perseguire. È la dimostrazione che dalla sinergia tra associazioni e realtà del territorio possono nascere momenti di alta qualità e valore per tutta la città; che esiste un campo di possibilità vasto, percorribile, tra l’evento di richiamo e la sostenibilità ambientale; che Monza sa esprimere forme di cultura allineate con le più avanzate prospettive europee. Arte e Natura - il tema di quest’anno - non è solo un binomio concettuale, ma anche un principio a cui tendere passo dopo passo”.

Arte e Natura, due giorni di eventi nel Parco

Arte e natura, dunque, è il tema di questa quinta edizione; due concetti che si specchiano, si intersecano, si rispettano: l’arte con e nella natura, e la natura che all’interno di questo storico Parco si fa arte. “Il binomio Arte e Natura è assolutamente centrale in tutta l’attività che il Consorzio ha svolto dalla riapertura, oramai un anno fa, della Reggia. Su questo cardine si sono svolte le principali manifestazioni e attività di natura amministrativa e gestionale del Parco” ha detto Giuseppe Distefano, direttore generale del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza e, aggiunge il Presidente del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, il sindaco della città, Paolo Pilotto: “Questa edizione del Festival del Parco di Monza assume un significato particolarmente rilevante. Gli eventi, peraltro di grande qualità, permettono di approfondire ancora di più questo fondamentale legame che, fin dalla sua creazione, caratterizza in modo indelebile il prestigioso bene monumentale”.

Gli eventi in programma sono suddivisi in cinque aree tematiche: Scoperta e conoscenza; Ambiente e sostenibilità; Arti e natura; Essere e benessere e Junior Fest e sono organizzati in diversi luoghi del Parco - Villa Mirabello, Cascina Frutteto, Cascina Costa Alta, Cascina Mulini Asciutti. .

Il programma

Per l’area Scoperta e conoscenza previste camminate all’insegna della cultura, visite guidate, incontri con professionisti. Sabato 17 settembre Umberto Isman, fotografo esperto e i fotografi del Circolo Fotografico Monzese accompagneranno i partecipanti a catturare immagini di posti belli e insoliti del Parco, l’agronomo Giorgio Buizza condurrà la camminata musicale alla scoperta dei luoghi dove la natura è arte in collaborazione e con la partecipazione degli studenti del Liceo Classico e Musicale B. Zucchi, nell’ambito della manifestazione Ville Aperte in Brianza. Il poeta Dome Bulfaro proporrà una lettura scenica con camminata sensoriale.

Nell’ambito della manifestazione Ville Aperte sarà possibile visitare Villa Mirabello e l’attigua Cappella del Cardinal Durini solitamente non accessibile al pubblico. Insieme a Italia Nostra scopriremo i Giardini Reali con un incontro condotto dalla storica dell’arte Elisabetta Cagnolaro. Apre la giornata di domenica 18 settembre la camminata all’alba in compagnia di Dome Bulfaro mentre lo scrittore Tiziano Fratus, che per l’occasione presenterà nel pomeriggio il suo nuovo libro Sutra degli alberi, farà da guida insieme a Corrado Beretta, responsabile Area Valorizzazione Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, alla scoperta degli alberi monumentali nei giardini e nel Parco. Nell’ambito di Ville Aperte, l’agronomo esperto del Parco Giorgio Buizza, condurrà la camminata alla scoperta dei luoghi dove la natura si fa arte. Sarà presente una postazione interattiva e presentazione creativa del progetto Sving-ScienzaViva in giardino, in collaborazione con Re.Gi.S. e Rete degli Orti Botanici della Lombardia. 

L’area Ambiente e sostenibilità propone laboratori e incontri con esperti. Sabato e domenica da non perdere la mostra di Sensibili al cambiamento e Giochi Agenda 2030 con la partecipazione di Susanna De Biasi responsabile Area Ambiente. Sabato sono previste l’intervista al docente e giornalista Stefano Epifani, condotta da Marco Ardemagni, conduttore radiofonico e l’incontro con la ricercatrice Erika Michela Dematteis. Con Luca Baglivo, biologo e formatore ambientale sabato e domenica è possibile partecipare ai laboratori per analizzare le acque minerali utilizzando un kit messo a punto dall’Università Bicocca di Milano. Domenica l’incontro Le buone pratiche della sostenibilità con la partecipazione di Elena Viganò, responsabile di Sostenibilità presso l’Università di Urbino condotto da Marco Ardemagni e l’incontro con Luca Perri astrofisico, giornalista, scrittore e divulgatore per parlare de L’utilità dell’inutilità scientifica. Protagonista dell’area Arti e natura la musica, in particolar modo, strumento centrale saranno gli archi: violini, violoncelli e viole. Sabato e domenica da non perdere l’esperienza della visita visionaria accompagnati da cuffia wireless ideata da Saul Beretta, direttore creativo di Musicamorfosi e la musica per violoncello radio-diffusa tra i sentieri del Parco con la Biga Up di Roberto Ranghieri. Prevista per sabato la presentazione del libro Erbario dell’artista, architetto e designer Ugo La Pietra, in collaborazione con Fondazione Rovati.

Domenica ricca di musica con i piccoli concerti spirituali per violoncello nella Cappella del Cardinal Durini, organizzati in collaborazione con Amici della Musica come quello di Paolo Tedesco, e i concerti meditativi nella Sala Circolare di Villa Mirabello come quelli di Sandro Laffranchini e Naomi Berrill. Da non perdere le camminate con accompagnamenti musicali e un laboratorio per scoprire come “nascono” i violini con la liutaia Gloria Croce. La visita, il concerto con violino e voce dell’artista Ernst Rejseger o quello del Duo Guerzoncellos. Ospite di alcuni degli eventi sarà la scrittrice, autrice e performer Arianna Porcelli Safonov che accompagnerà i partecipanti nel Trekking letterario e musicale, format che ha già riscosso grande successo in Toscana ed Emilia-Romagna. Essere e benessere punta il focus sulla salute della persona e dell’ambiente con camminate della salute, workout all’aria aperta e trekking. Sabato previsti l’incontro sull’inclusione e il benessere sociale a cura di Rete TikiTaka in collaborazione con Fondazione della Comunità di Monza e Brianza, la camminata rivolta ai Coordinatori dei Gruppi di Cammino ATS Monza e Brianza guidata da Ignazio Ciani e quella in compagnia di Enrico Ferrari, guida esperta di Trekking Italia Milano e dell’agronomo Giorgio Buizza, Domenica si apre con la Camminata nel Parco a ritmo di musica in compagnia di una Guida GEV e con la biciclettata in rosa in occasione della Giornata nazionale Fancy Women Bike Ride. 

Molte le attività previste per i più piccoli e le loro famiglie, grazie alle proposte dell’area Junior Fest. Sabato con Laura Arlati, arte terapeuta META Coop sono previsti laboratori di land art e di riutilizzo di materiali; i bambini scopriranno inoltre come gli elementi naturali possono diventare materiali artistici e apprendere la tecnica della cianotipia, antico metodo di stampa fotografica caratterizzata dal tipico colore Blu di Prussia. Grazie a Gabriella Pirola ex insegnante di scuola primaria, potranno ascoltare racconti di fiabe e preparare creazioni magiche. Il sabato si chiude con la magia delle sonorità folk irlandesi con il concerto di Caterina Sangineto Trio. Domenica i più piccoli potranno creare nidi con materiale di riciclo assieme ad Angelica Rosato educatrice della Scuola di Agraria e diventare contadini per un giorno assieme all’agronomo Pio Rossi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arte e Natura, torna il festival del Parco di Monza con oltre 50 eventi

MonzaToday è in caricamento