Attualità Vimercate

Quale futuro per l'ex Esselunga dopo i vaccini? Il "sogno" del polo della sicurezza

Dalla demolizione all'ipotesi di rinascita come "cittadella" della sicurezza e dell'emergenza sanitaria per ospitare sale controllo, depositi e attrezzature

L'hub vaccini nell'ex Esselunga

Chiuso da oltre tre anni, l'ex supermercato Esselunga di Vimercate ha riaperto le porte nella nuova veste di hub per i vaccini. Un'area che rinasce e si trasforma per mettersi a disposizione della comunità nella lotta al covid. Un luogo caro alla città e ai suoi abitanti tanto da aver richiamato un vero e proprio esercito di volontari che nei giorni precedenti all'apertura del centro vaccinale si sono rimboccati le maniche e hanno dato una mano a imbiancare le pareti dell'ex punto vendita e a sistemare gli spazi. E dove i volontari delle varie associazioni cittadine si sono messi a disposizione per garantire il funzionamento del centro e l'accoglienza. Ma quale sarà il futuro dell'ex Esselunga

Il contratto di concessione dell'utilizzo dei locali per la gestione dell'emergenza pandemica sottoscritto tra la proprietà e l'Asst Brianza che ha in gestione il centro vaccinale scadrà nel gennaio 2022. Il vecchio supermercato Esselunga è destinato alla demolizione con la bonifica dell'area circostante in via Toti ma già tempo fa il comune aveva concesso una deroga di due anni alla società che sul territorio ha aperto un nuovo punto vendita, ingrandendosi. Ma in futuro l'area potrebbe trasformarsi nuovamente e dalle ceneri del vecchio supermercato - uno dei primi aperti in Brianza dal marchio - potrebbe rinascere un centro al servizio delle emergenze e della comunità. Almeno questo è il "sogno" del sindaco, Francesco Sartini. 

"L'area è situata in una posizione strategica, vicina ai collegamenti con le principali arterie stradali, dotata di parcheggi" spiega il primo cittadino di Vimercate che per primo aveva suggerito l'idea di un possibile utilizzo dei locali dell'ex supermercato per creare un grande hub vaccinale per il territorio. "E per questo si potrebbe pensare a un utilizzo differente".

Nell'ex Esselunga un "polo della Sicurezza"

"Il mio sogno è quello di riuscire a concentrare qua un centro per la sicurezza sia sotto l'aspetto sanitario sia sotto l'aspetto territoriale" ha detto il sindaco. "Sappiamo che abbiamo sempre più spesso emergenze dal punto di vista della protezione civile, dei vigili del fuoco e delle forze dell'ordine e abbiamo bisogno di spazi altamente flessibili e modulari proprio per far fronte a questo tipo di esigenze".

"Quando è il momento di affrontare le emergenze tutti criticano il fatto che non si fosse mai pronti: io credo che questa struttura abbia le caratteristiche e la possibilità di diventare un polo per concentrare queste funzioni e questo per me sarebbe veramente un grande risultato. Non solo per il comune di Vimercate ma per tutto il territorio: la posizione è fantastica sia per la vicinanza con l'ospedale sia per la vicinanza con i collegamenti stradali".

"Questa occasione dimostra che si può fare" ha aggiunto riferendosi al grande sforzo messo in campo per l'allestimento dell'hub vaccinale. "Servirà ovviamente un impegno da parte di tutti gli enti coinvolti e non è un progetto a cui può mettere mano solo il comune ma su cui si può assolutamente ragionare" ha spiegato il primo cittadino.

Nell'ex Essselunga quindi potrebbero trovare casa magazzini dove tenere in deposito attrezzature per le eventuali emergenze e per la protezione civile insieme a sale controllo anche di tipo sanitario e di gestione di emergenze. Per vedere rinascere un luogo caro alla città come centro al servizio dei cittadini. Ma per trasformare il "sogno" in realtà la strada adesso è ancora lunga. 

Hub vaccini ex Esselunga Vimercate (1)-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quale futuro per l'ex Esselunga dopo i vaccini? Il "sogno" del polo della sicurezza

MonzaToday è in caricamento