rotate-mobile
Attualità

Se il Monza giocasse a San Siro? La telefonata "scherzosa ma non troppo" tra Galliani e Sala

L'ad del Monza ha telefonato al sindaco di Milano: una chiamata "interlocutoria" durante la quale gli ha chiesto "in tono scherzoso" se il Monza potrebbe giocare al Meazza

La telefonata era scherzosa, ma non si sa mai. Così, in sintesi come riportano i colleghi di MilanoToday, il sindaco di Milano Beppe Sala, parlando della conversazione avuta con Adriano Galliani, amministratore delegato del Monza, che lo ha chiamato e, tra il serio e il faceto, gli ha chiesto se sarà possibile, per la compagine brianzola, disputare le partite casalinghe allo stadio Meazza nel caso in cui Milan e Inter smettessero di utilizzarlo.

"Il tono era scherzoso, però Galliani è una persona ambiziosa. Lo conosco da tanti anni", ha detto Sala, "e credo che lui e Silvio Berlusconi si siano infilati in questa avventura certamente per passione, ma anche per ambizione". La holding della famiglia Berlusconi ha acquistato il Monza nell'autunno del 2018 per 2,9 milioni di euro e, in meno di 4 anni, ha fatto raggiungere alla squadra biancorossa la sua prima storica qualificazione in Serie A. E, nella stagione 2022-23, è stato centrato l'obiettivo salvezza. 

"Galliani si è informato", ha proseguito Sala: "Era una telefonata interlocutoria, che però ho apprezzato. E comunque conoscendo il personaggio ho pensato che non si sa mai"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se il Monza giocasse a San Siro? La telefonata "scherzosa ma non troppo" tra Galliani e Sala

MonzaToday è in caricamento