rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Attualità

Nasce in Lombardia il Comitato per l'emergenza ucraina: ecco chi lo guiderà

Intanto non si ferma la macchina del volontariato e dell'accoglienza in Brianza

Nasce in Lombardia il Comitato esecutivo per l'emergenza in atto in Ucraina. Oggi, mercoledì 9 marzo, con la firma del governatore Attilio Fontana, ha preso forma la nuova struttura che dovrà gestire tutte le varie forme di aiuto che la Regione Lombardia sta mettendo in atto (in Ucraina e in Italia) a sostegno del popolo ucraino. 

A guidarlo Guido Bertolaso, già coordinatore del piano vaccinale in Lombardia. Bertolaso sarà affiancato da Roberto Laffi (direttore generale territorio e protezione civile), Giovanni Pavesi (direttore generale welfare), Claudia Moneta (direttore generale famiglia e solidarietà sociale, disabilità e pari opportunità) e Aberto Zoli (direttore generale Areu).

"Per assicurare soccorso e assistenza alla popolazione ucraina, in conseguenza della grave crisi internazionale in atto abbiamo deciso di costituire questo Comitato - spiega Attilio Fontana -. Uno strumento che contribuirà ad affrontare, sulla base dell'ordinanza del governo, quanto necessario per le azioni e le attività da mettere in campo durante la crisi. Ciò avverrà in costante raccordo con il Governo, a partire dalla Protezione civile nazionale".

Intanto la macchina della solidarietà in Brianza (e nel resto della Lombardia) non si ferma. Numerose le iniziative promosse da associazioni, parrocchie e comuni per raccogliere cibo, medicine e vestiti da inviare alla popolazione che è rimasta in Ucraina o che è accolta nei campi profughi ai confini. Ma non solo. Ci sono associazioni e privati cittadini in partenza nei prossimi giorni per portare aiuti e per recuperare i profughi (ma anche i loro animali). Intanto ieri, martedì 8 marzo, a Monza sono arrivati i primi 50 profughi: bambini (alcuni malati oncologici) e mamme che verranno ospitati sul territorio. In Brianza secondo la stima della Caritas Ambrosiana sono circa mille le famiglie che hanno presentato la disponibilità ad ospitare i profughi che scappano dalla guerra in Ucraina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce in Lombardia il Comitato per l'emergenza ucraina: ecco chi lo guiderà

MonzaToday è in caricamento