rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Attualità Piazza Carducci

Perché a Monza ci sono i jeans colorati davanti alla banca?

Blitz artistico in centro: ecco chi sono gli autori delle opere

Allegri, colorati, ma soprattutto inclusivi. Perché quei jeans - che per anni sono stati indossati - adesso sono diventate opere d'arte e sono esposte a Monza davanti al Banco Bpm di piazza Carducci.

Nel primo pomeriggio di oggi, mercoledì 1 giugno, in molti curiosi si sono fermati ad ammirare quei jeans che avevano trovato posto in vetrina, ma anche sotto i portici all'ingresso dell'agenzia bancaria. Jeans che nascono da un'idea di Roberto Spadea artista monzese che ha coinvolto nel suo progetto artistico anche i ragazzi autistici che seguono i laboratori di pittura dell'associazione FacciaVista, dando vita all'installazione "Autistimo in blue jeans". 

Un mese fa l'installazione in Villa Reale, adesso in centro. Fino all'1 luglio chi passeggerà nei pressi del Banco Bpm di piazza Carducci potrà ammirare queste meravigliose opere. Un progetto, quello dei blue jeans artistci, che Spadea aveva avviato nel 2014 quando aveva conquistato la curiosità e l'attenzione dei monzesi (ma non solo) appendendo in giro per la città una cinquantina di pantaloni in denim che familiari, amici e conoscenti gli avevano regalato. Jeans vissuti che l'artista aveva trattato utilizzando la resina per mantenerli in forma, e che poi aveva trasformato in vere e proprie tele sulle quali dare libero sfogo alla propria creatività.

Un progetto poi condiviso anche con gli artisti "aut" di FacciaVista: Spadea prepara la "tela" dei jeans, e i ragazzi la dipingono. "In un mondo ormai schiavo dell'usa e getta - spiega Spadea - i jeans smessi che si rialzano autonomi e sono pronti a camminare nella città sono il simbolo per valorizzarla e per comunicare che l'autismo esiste e crea con semplicità una sua grande libertà". 

Alla cerimonia di  all’inaugurazione erano presenti Mario Piffarerio, capo area Banco Bpm di Monza e Luigi Bubbiese, responsabile dell’agenzia di Banco Bpm, insieme all’artista Roberto Spadea e ai vertici dell’Associazione Facciavista (Melissa La Scala e Matteo Perego).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché a Monza ci sono i jeans colorati davanti alla banca?

MonzaToday è in caricamento