rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Progetti / Seregno

A che punto sono i lavori nell'ex clinica abbandonata da 50 anni

Nelle prossime settimane inizieranno i lavori di bonifica poi a fine agosto partirà la demolizione di tutta la struttura

L'ex clinica Santa Maria a Seregno è pronta a rinascere. Anche se per veder trasformata una delle più vaste aree dismesse di Seregno, in stato di abbandono da oltre cinquant'anni, forse occorrerà più tempo del previsto. 

"La progettazione ha richiesto del tempo (più che per la demolizione in sè, per le attività di bonifica), al termine del quale siamo andati in gara, conclusasi nelle scorse settimane" ha spiegato nelle scorse ore il sindaco di Seregno, Alberto Rossi, aggiornando sullo stato del progetto la cittadinanza. "L'impresa bergamasca risultata vincitrice inizierà nelle prossime settimane i lavori di bonifica e diserbo di tutta l'area. Conclusa questa fase, verso la fine del mese di agosto, partirà la demolizione di tutta la struttura. Anzi quasi tutta, perché come vi avevo preannunciato manterremo e restaureremo l'ex chiesetta, portandola a nuova vita. Nel frattempo, nel mese di luglio avremo altri sviluppo importanti rispetto al futuro di quell'area".

"E ci aspetta un percorso lungo anni, una sfida complessa ma enormemente affascinante, che potrà cambiare e migliorare il volto della nostra Città" ha concluso.

L'ex clinica Santa Maria era stata acquistata dall'Inps da parte del comune per un costo di 332mila euro, sulla base di una somma determinata da una perizia ufficiale dell’Agenzia del Territorio.

Il passato della clinica Santa Maria

Situata tra le vie Settembrini, Boccaccio e Circonvallazione, la ex Clinica Santa Maria è forse la più vetusta e la più nota delle aree dismesse della città. L’edificio principale consta quattro piani fuori terra su una superficie di 4400 metri quadri, a cui si aggiunge un edificio di circa 300 metri quadri all’origine adibito a chiesa ed una parte di cortile/giardino. Dagli anni Cinquanta e fino alla fine del 1969, importante casa di cura privata, la Clinica Santa Maria venne repentinamente chiusa (un’operazione orchestrata in poche settimane, lasciando tutte le suppellettili all’interno). Nel 1992 l’Inps ne rilevò la proprietà per un progetto, mai decollato davvero, di realizzarvi una nuova sede territoriale. Ora per l'edificio c'è tutta una nuova storia da scrivere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A che punto sono i lavori nell'ex clinica abbandonata da 50 anni

MonzaToday è in caricamento