Attualità

Stop al tumore al seno: visite e mammografie gratis con la Lilt

Nel mese della prevenzione del tumore al seno l'ambulatorio mobile della Lega italiana lotta contro i tumori fa tappa anche in Brianza

La lotta al tumore al seno parte dalla prevenzione. In questo mese di ottobre, dedicato appunto alla prevenzione del tumore alla mammella, la Lega italiana lotta contro i tumori di Milano, Monza e Brianza organizza una serie di attività di informazione, prevenzione e sensibilizzazione sul territorio. Promuovendo anche alcune visite senologiche gratuite ed esami che verranno eseguiti sul nuovo ambulatorio mobile inaugurato questa mattina, martedì 5 ottobre, grazie alle donazioni di Bcc Milano, Fsi e Prada.

Che cosa c'è sull'ambulatorio mobile

L’ambulatorio ha tre funzioni: portare la prevenzione nelle aree periferiche e marginali; offrire welfare in azienda, ovvero visite ed esami per il personale; affiancare gli ambulatori di Lilt di provincia che non hanno una attrezzatura diagnostica completa. Lo Spazio Lilt Mobile è un mezzo articolato lungo 10 metri e alto poco meno di 4, per 12 tonnellate di peso. A bordo ospita due sale visita indipendenti, attrezzate con mammografo digitale con tomosintesi, ecografo e lettino multifunzione, adatto anche alle visite ginecologiche. Sul mezzo è inoltre possibile visualizzare e archiviare le immagini diagnostiche. Questo significa che dati, immagini e referti confluiscono in tempo reale nel sistema informatico centrale di Lilt Nel mese di ottobre, dedicato alla prevenzione del tumore al seno, l’ambulatorio farà 11 tappe sul territorio di Milano e di Monza, dove offrirà gratuitamente visite al seno e mammografie (esame indicato per le donne over 40).

Più in generale, il doppio ambulatorio su ruote può offrire visite di numerose specialità: senologia, dermatologia, otorinolaringoiatria, ginecologia, urologia, pneumologia, valutazione del rischio cardiovascolare. Inoltre è attrezzato effettuare i seguenti esami: mammografia digitale con tomosintesi, ecografia mammaria, ecografia ginecologica, pap-test, test di funzionalità respiratoria.

"Abbiamo messo le ruote alla prevenzione"

“Abbiamo messo le ruote a un doppio ambulatorio attrezzato con apparecchiature di ultima generazione per portare visite ed esami sotto casa - spiega Marco Alloisio, presidente di Lilt  Milano Monza Brianza -, proprio come gli ospedali sempre più entrano nelle case dei pazienti. Visiteremo luoghi pubblici e di lavoro, ma anche periferie dove la prevenzione non arriva. Siamo forti di un’esperienza ultradecennale nella promozione della salute senza frontiere e senza barriere linguistiche e sociali. Il sogno di questo lungo viaggio oggi è diventato realtà grazie a partner non solo generosi ma anche lungimiranti, aziende consapevoli che investire nel benessere della comunità crea valore nel territorio in cui esse operano”. Carceri, case rifugio, luoghi della marginalità sociale. Il proposito di Lilt è di portare al più presto la prevenzione oncologica anche dove non arriva grazie al nuovo mezzo.

Il primo tour dello Spazio Lilt Mobile è stato reso possibile da: Aon Italia, Ipsen, Elesa, Esselunga, Farmacie Pubbliche Lainate, Fastweb, Municipio 4 di Milano e MonteNapoleone District.

Dove farà tappa l'ambulatorio mobile

Mercoledì 6 ottobre lo spazio mobile sarà a Monza all’Arengario (in piazza Roma); il 7 ottobre a Monza in via d'Annuncio; il 16 ottobre a Vimercate (presso l’Esselunga); e il 31 ottobre a Concorezzo.
Inoltre il 9 e il 10 ottobre a Lissone in villa Magatti dalle 9.30 alle 19.30 visita senologica gratuita. Il 10 ottobre alle 11.30 alla chiesa ortodossa di Arcore si terrà un incontro di sensibilizzazione in lingua romena a cura di medico Lilt di origine romena, in collaborazione con il Centro di cooperazione internazionale sanitaria dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano; il 16 e il 17 ottobre alcune piazze Monza e Brianza si coloreranno di rosa con i regali a sostegno della campagna;  il  23 ottobre tutti gli spazi Lilt di Monza e Brianza saranno aperti per l’intera giornata per un Open Day con visite senologiche gratuite.

Tutti i numeri del tumore alla mammella 

Il tumore al seno è il tumore più diagnosticato nelle donne in Italia con 55mila nuove diagnosi stimate per il 2020 (il 30,3% di tutti i tumori femminili) in tutte le classi di età, ma con percentuali diverse (dal 41% nelle giovani sotto i 50 anni al 22% nelle donne di 70 o più anni). Le altre neoplasie più frequenti sono i tumori del colon-retto (11,2% di tutte le diagnosi), del polmone (7,3%), della tiroide (5,4%), dell’endometrio (4,6%). Nel 2018 il carcinoma mammario ha rappresentato, con 13.076 decessi, la prima causa di morte per tumore nelle donne (secondo i dati Istat). La sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi è pari all’87% (circa 9 donne su 10). La sopravvivenza è una delle più alte registrate in Europa, mentre a dieci anni dalla diagnosi è dell'80% (8 donne su 10). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop al tumore al seno: visite e mammografie gratis con la Lilt

MonzaToday è in caricamento