L'appello di Lorenzo per curare il tumore e la speranza milanese: "Potete darmi una mano?"

Lorenzo Farinelli, medico e attore anconetano di 34 anni, deve andare negli Stati Uniti per curarsi. E' l'ultima possibilità. Scatta la raccolta fondi

Il ragazzo

E' scattata una gara di solidarietà per salvare Lorenzo Farinelli, il medico e attore anconetano di 34 anni malato di tumore che ha bisogno di fondi per accedere ad una cura sperimentale che potrebbe fare a Milano, ma che forse sarà costretto a ricercare all’estero. Forse negli Stati Uniti, dove quella sperimentazione è già molto diffusa e praticata. E se fino al giorno del lancio della raccolta fondi l’unica modalità possibile di pagamento era l’uso della carta di credito sulla piattaforma “GoFundme” (qui il link), oggi sul sito dedicato a Lorenzo www.salviamolo.it (qui il link), gli amici di Lollo hanno reso note altre modalità per poter dare un aiuto.

Lorenzo Farinelli, corsa contro il tempo per salvarlo

Otto mesi fa, a Lorenzo è stata diagnosticata una forma di tumore chiamata Linfoma non-Hodgkin. Una patologia rivelatasi chemio-resistente, di fronte alla quale purtroppo oggi non sembrano esserci cure. La sua unica vera speranza è riposta in un protocollo sperimentale chiamato “Car-T”, già diffuso negli Stati Uniti e di recente approdato in Europa. E’ l’ultima spiaggia. L’unica terapia che permetterebbe ai linfociti di Lorenzo di identificare ed eliminare le cellule tumorali altrimenti indistinguibili all’organismo. Scatta così una corsa contro il tempo e i familiari, gli amici, la fidanzata e tutti coloro che amano Lorenzo, uniti in un'iniziativa collettiva chiamata “salviamoLo”, hanno dato il via ad una raccolta fondi mirata a sovvenzionare le sue cure negli Stati Uniti, dove Lorenzo verrebbe ammesso e trattato sin da subito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il cancro è furbo ma siamo vicini a sconfiggerlo" 

Lorenzo Farinelli vuole continuare a combattere, ma ora non può più farlo da solo e ha bisogno del sostegno di quante più persone possibili. Non c'è più tempo e così, se Milano non dovesse essere nelle condizioni di mettere in atto le cure per Lorenzo in base ad una serie di parametri e protocolli, sarebbe immediatamente pronto il piano B con il denaro raccolto. Se invece Lorenzo potesse andare a curarsi nel capoluogo lombardo, la raccolta fondi verrebbe immediatamente chiusa e il denaro raccolto verrebbe devoluto alla ricerca scientifica per il miglioramento del protocollo Car-T, una specie di super cura capace di individuare e aggredire solo le cellule tumorali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Valassina, pirata della strada travolge coppia in moto: un morto e un ferito

  • Guida ubriaco e travolge moto uccidendo donna poi abbandona auto: arrestato 30enne

  • Cesano Maderno, bimbo positivo al covid: tampone e "quarantena" per tutta la classe

  • Ombrelli sopra il centro di Monza, ecco perchè la città si è coperta di verde

  • Ubriaco travolge coppia in moto sulla Valassina poi scappa: morta donna monzese

  • Misinto, aperto al traffico un nuovo tratto della provinciale Sp 152

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento