Domenica, 21 Luglio 2024
La curiosità / Centro Storico / Via Cortelonga

Cosa ci fa l'artista (che piace a Sgarbi) dietro alla vetrina di un negozio con il pennello in mano?

Luca Melzi, il noto pittore dei fiori, ha suscitato la curiosità dei passanti

Per i monzesi altro non è che il pittore dei fiori. Quello che anche il critico d'arte Vittorio Sgarbi stima e che sui social colleziona like mostrando le sue opere tutte colori, pezzi di vetro e gingilli preziosi. Non stupisce quindi che, scorgendolo "operare" dietro alla vetrina di un negozio di calzature, molti monzesi si siano chiesti cosa ci facesse lì. 

La giornata, per inciso, era quella di sabato 20 maggio. Il negozio, quello gestito dalla sorelle Luisa e Antonella Menegatto in via Cortelonga. Ove l'artista (che al mattino si è esibito al MiAngel in via Vittorio Emanuele) nel pomeriggio è stato ospite in occasione dell'evento Monza in fiore e dove presi in mano tavolozza e pennello si è dilettato a dipingere fra scarpe, stivali e borse. Dando vita, manco a dirlo, ad alcune delle sue ormai celebri creazioni a tema floreale. Il gilet, chicchissimo, coi decori arancioni. Gli occhi azzurri e indagatori a scrutare il bianco della tela pronto a scomparire sotto la poesia degli acrilici. La mano velocissima, al limite dell'isteria, eppure delicata come un soffio. Lo stile di Melzi, al solito, si è rivelato riconoscibilissimo. Ma in quella location così desueta è riuscito a catturare l'attenzione e a destare la curiosità di molti.

Il pittore Luca Melzi (foto Andrea Loddo)

Nonostante la pioggia battente, la "giornata dei fiori" a Monza si è rivelata infatti un grande successo. Che ha preso forma fra negozi allestiti a tema (in via Mantegazza, nel negozio Portobello, si sono potute ammirare anche le ricercatissime sedie a forma di fiore realizzate da una famosa designer) e tante attività nelle piazze. Melzi ci ha messo infine la firma. Materializzando come in un sogno la bellezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa ci fa l'artista (che piace a Sgarbi) dietro alla vetrina di un negozio con il pennello in mano?
MonzaToday è in caricamento