Eclissi totale di Luna, sarà la più lunga del secolo. Ecco dove vederla

L'eclissi si verificherà nella serata del 27 luglio e terminerà poco dopo la mezzanotte

La Luna (immagine repertorio)

Il 27 e 28 luglio 2018, nella notte, si verificherà l'eclissi totale di Luna più lunga del XXI secolo. Durerà un'ora e 43 minuti, "battendo" il record del 31 gennaio del 2018. Tutto il fenomeno (ovvero dall'entrata all'uscita della Luna nell'ombra della Terra) durarà invece tre ore e 55 minuti.

Luna rossa sangue, spettacolo irripetibile nel cielo

Dall'Italia il fenomeno sarà osservabile tra le 20.24 (entrata nel cono d'ombra) e le 00.19 (uscita dal cono d'ombra), ma la Luna sarà in penombra già dalle 19.14. L'inizio dell'eclissi totale scatterà alle 21.30, il massimo di eclissi totale è previsto alle 22.22 e la fine dell'eclissi totale sarà alle 23.12. La fase totale durerà quindi, come detto, 103 minuti, quasi come la durata massima teorica di un'eclissi totale di Luna (107 minuti).

La Luna e i 4 pianeti

L'eclissi sarà visibile dall'emisfero orientale, quindi Europa, Africa, Asia, Australia e Nuova Zelanda; l'America del Sud osserverà le fasi finali dell'eclissi dopo il tramonto del 27 luglio. Ma non è tutto: nelle stesse ore, in cielo, sanno ben visibili anche Marte (il più brillante perché in opposizione al Sole e piuttosto vicino alla Terra), Giove, Saturno e Venere. E, verso le 21.15 italiane, è previsto un passaggio della stazione spaziale internazionale Iss, che potrebbe essere vista via telescopio anche se viaggia a una velocità di 28 mila chilometri orari.

Luna "di sangue"

Tornando alla Luna, sembrerà leggermente più piccola del solito poiché avrà raggiunto l'apogeo (il punto in cui è più lontana dalla Terra) nella mattinata dello stesso 27 luglio. E questo è il motivo per cui l'eclissi durerà più del solito: una luna più lontana impiega più tempo ad uscire dal cono d'ombra. Un effetto "aumentato" dal fatto che la Terra, contemporaneamente, è in una zona particolarmente lontana dal Sole.

Non è tutto: oltre che più piccola, la Luna apparirà più rossastra del solito (si dice "Luna di sangue). E' normale durante l'eclissi: la Luna non è raggiunta dalla luce diretta del Sole, quindi è illuminata dalla luce rifratta dall'atmosfera terrestre, in prevalenza rossa.

Dove vedere l'eclissi di Luna

Non serve protezione agli occhi per ammirare l'eclissi, visibile ovviamente ad occhio nudo. Tuttavia in vari centri della Penisola si organizzano visioni collettive. Ad esempio, il Planetario milanese organizza per il 27 luglio, a partire dalle 21, la visione collettiva ai Giardini Pubblici, mettendo a disposizione i telescopi (ma si può portare il proprio). L'organizzazione è in collaborazione con il Circolo Astrofili, l'ingresso è libero e gratuito.

Un punto di osservazione collettivo è stato organizzato anche a Cascina Linterno, via Fratelli Zoia, presso il Parco delle Cave. E il Gruppo Astrofili Villasanta ha dato appuntamento (con telescopi) nel parcheggio del Gigante di Villasanta, in Brianza, a partire dalle 21. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento