rotate-mobile
Attualità

Stop alla guerra: Monza in piazza contro l'invasione dell'Ucraina

L'appuntamento venerdì 25 febbraio in piazza Roma

Vivere in pace e nel rispetto reciproco. Questo il motto della manifestazione organizzata per domani, venerdì 25 febbraio, dalle 18 alle 20 in Arengario. 

Un presidio contro l'invasione dell'Ucraina quello organizzata da Anpi Monza e Brianza e sostenuta dalla Cgil di Monza e Brianza, Cisl Brianza e Uil territoriale, Rete Brianza Accogliente e Solidale, Libera Monza Brianza, Arci Scuotivento, Emergency, Gruppo Giovani di Monza di Amnesty International, Un ponte per, Desio Città Aperta, Friday For Future, Emergency. 

"L’impegno e la lotta per la pace è un elemento costitutivo per noi - spiegano gli organizzatori -. Senza la pace ogni processo democratico e di giustizia sociale è bloccato. Per questo le nostre associazioni prestano la massima attenzione alla situazione in corso tra Russia ed Ucraina. Una politica di sicurezza non si afferma con la forza delle armi. Il pilastro di una vera politica di sicurezza dell’Europa unita deve essere nella sua capacità di proporsi come messaggera di amicizia fra i popoli. Le alleanze politiche e militari non possono mettere in discussione l’autonomia delle scelte dell’Unione Europea e la sua missione pacifica. Perciò l’Unione Europea nella crisi attuale può e deve svolgere un ruolo di mediazione attraverso il dialogo e la diplomazia in modo autonomo e propositivo, rafforzando in tal modo il suo prestigio internazionale e il suo ruolo di ambasciatrice di pace nel mondo. Vanno sostenuti i legittimi interessi dell’Ucraina, della Russia e della stessa Unione Europea. La guerra, oltre a lacrime, sangue e devastazioni, oggi porta solo alla sconfitta di tutti; basti pensare all’Iraq, alla Libia, alla Siria, all’Afghanistan e al martoriato continente africano". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop alla guerra: Monza in piazza contro l'invasione dell'Ucraina

MonzaToday è in caricamento