Parco di Monza

La Villa Reale come la Reggia di Versailles, come sarà il futuro del parco di Monza

Approvato dal Collegio di Vigilanza dell'Accordo di Programma per la valorizzazione di Reggia e Parco di Monza il Masterplan da 55 milioni di euro

Non sarà una nuova Tivoli e il parco di Monza non diventerà una copia del famoso parco divertimenti di Copenaghen, in Danimarca, come assicura il sindaco del capoluogo brianzolo, Paolo Pilotto. Ma tra le priorità nel futuro del complesso del Parco e della Villa Reale c'è anche la valorizzazione turistica del comparto. "Crediamo che il parco e la villa reale siano unici nella loro bellezza e per questo dovranno essere sempre più valorizzati per diventare un ulteriore punto di attrazione turistica. E' una unicità che noi tutti dobbiamo far conoscere al mondo" ha dichiarato il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, intervenendo con un video messaggio alla conferenza di presentazione del masterplan da 55 milioni di euro. 

Il documento infatti mercoledì 31 maggio è stato approvato dal Collegio di Vigilanza: si tratta dell'Accordo di Programma per la valorizzazione di Reggia e Parco di Monza, un piano che indica le strategie e le linee di azione per guidare il rilancio innovativo e sostenibile del patrimonio che compone il complesso monumentale di Villa Reale e Parco di Monza, lungo un orizzonte temporale di oltre dieci anni. 

Si tratta di 250 pagine per un totale di sette capitoli in cui si susseguono grafici, schemi, documenti, approfondimenti legati alla progettazione e alla gestione futura del complesso del parco e alla sua trasformazione nel segno della concretezza e della sostenibilità. Concretezza che - a onor del vero - un po' è mancata però nella presentazione del progetto durante la conferenza stampa di mercoledì per illustrare i contenuti del documento in seguito al via libera del collegio di vigilanza alla presenza di Massimo Sertori, assessore regionale agli Enti locali, Montagna, Risorse energetiche, Utilizzo risorsa idrica con delega alla Programmazione negoziata; Paolo Pilotto, sindaco di Monza e presidente del Consorzio Villa Reale e Parco ed Emmanuel Conte, assessore al Bilancio e Patrimonio immobiliare del comune di Milano. L'incontro si è aperto con commenti e dichiarazioni istituzionali a cui, solo al termine dell'incontro, ha fatto seguito la consegna di un comunicato e di un documento che illustra in sintesi gli indirizzi del masterplan. Uno studio che comprende il documento generale di indirizzo strategico e il piano di gestione, il modello di governance, passando per il piano economico finanziario, il piano di comunicazione e di marketing per arrivare, infine, al diagramma delle tempistiche e alla definizione delle modalità di monitoraggio e valutazione.

Come sarà il Parco di Monza tra 10 anni?

L'Accordo di Programma sottoscritto nel 2017 da Regione Lombardia, comune di Milano e comune di Monza con l'adesione di Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, Parco Valle del Lambro e dal 2019 di ARIA SpA, prevede uno stanziamento complessivo da parte di Regione Lombardia pari a 55 milioni di euro, cui si aggiungeranno ulteriori risorse da parte degli enti consorziati per le attività di riqualificazione e gestione del Complesso. Una prima tranche delle risorse stanziate in attuazione dell'Accordo, circa 23 milioni, è destinata alla messa in sicurezza del patrimonio costruito e del paesaggio e in buona parte è già stata impegnata. Ulteriori 32 milioni sono destinati agli interventi che attuano la strategia di rilancio del Masterplan.

L'obiettivo principale è quello di valorizzare il Parco e gli immobili che si trovano al suo interno, confermando il valore del complesso come polo monumentale e ambientale di rilievo internazionale, accessibile e fruibile in modo ampio e diversificato e, al tempo stesso, opportunità di sviluppo, attrattività e formazione per il territorio.

"Disporre di un documento di analisi ragionata per lavorare al futuro della Villa Reale e Parco di Monza - ha detto il sindaco di Monza Paolo Pilotto - è un ulteriore passo per orientare progetti e investimenti pubblici e privati verso una visione unitaria e sostenibile del compendio monumentale. Anche grazie all'apporto proveniente da chi parteciperà alle tappe di ascolto confronto e contribuzione previste nelle prossime settimane valorizzeremo le vocazioni storicamente più consolidate di questo prezioso polmone verde a partire dal ruolo storico, artistico e naturalistico del parco e dei suoi edifici".

"L'Accordo di Programma del 2017 - ha evidenziato l'assessore Conte - ha posto le basi a un progetto di ampio respiro e a una forte governance per realizzarlo. Oggi è stata segnata, con un incontro qualificato ed una virtuosa collaborazione tra istituzioni, una prospettiva che sviluppa e cura in armonia le peculiarità artistiche, storiche e naturalistiche del parco e della Villa Reale. Un'area che, per la sua armonia tra natura e vissuto e tra spazio e tempo, va preservato, specializzato e rinnovato nella continuità. L'Urbs, ovvero la struttura fisica della città, va coniugata con la civitas, ovvero la comunità vivente".

Tra i pilastri del progetto vi sono la gestione e la riqualificazione della vegetazione del parco, il restauro dei complessi e degli edifici storici a partire da Villa Reale fino alle Cascine ricomprese nel Parco. Si aggiungono a questi la valorizzazione del paesaggio, del ruolo culturale, istituzionale e turistico del complesso oltre all'attivazione di nuove forme di governance.

La Villa Reale aperta non solo nel weekend

Non solo sabato e domenica: la Reggia di Monza, in via sperimentale, per il periodo estivo, aprirà le porte per cinque giorni a settimana: mercoledì, giovedì, venerdì, sabato e domenica. Alla consueta apertura del fine settimana a partire dal 7 giugno si aggiungeranno i pomeriggi del mercoledì, del giovedì e del venerdì. L'ampliamento sperimentale del periodo di apertura - che verrà valutato dal consiglio di gestione e in assemblea - durerà fino al 10 settembre. Nelle mattinate di mercoledì, giovedì e venerdì si garantirà l'accesso alle visite guidate su prenotazione mentre nelle ore pomeridiane la Reggia di Monza resterà aperta al pubblico ha precisato il sindaco Paolo Pilotto che è anche presidente del consorzio Villa Reale e Parco di Monza. 

Gli incontri pubblici

Il Masterplan è un documento accessibile a tutti, disponibile sul sito dedicato www.masterplan.reggiadimonza.it, in versione integrale e sintetica. Per ampliare e favorire la partecipazione a un pubblico quanto più ampio possibile e approfondire i contenuti di questo strumento, sono previste a partire dalle prossime settimane ulteriori attività di comunicazione, incontri pubblici e momenti dedicati alla co-progettazione, rivolti alla cittadinanza e agli stakeholder.

Oltre agli incontri di presentazione istituzionali, sono previsti momenti di presentazione pubblica:

- Incontro con la cittadinanza, giovedì 8 giugno, ore 18.00, presso la Villa Reale, Aula magna del Liceo Artistico Statale 'Nanni Valentini': un incontro pubblico aperto ai liberi cittadini e al mondo dell'associazionismo e agli Ordini professionali, con l'obiettivo di presentare il Masterplan, rispondere a domande e richieste di approfondimento.

- Giornata di co-progettazione, mercoledì 21 giugno presso la Villa Reale: un pomeriggio dedicato al coinvolgimento di cittadini e rappresentanti del tessuto associativo, per partecipare allo sviluppo di idee e proposte per identificare le funzioni di alcuni edifici e aree nel perimetro del Parco di Monza.

- Tavola rotonda per la condivisione di buone pratiche a livello nazionale e internazionale, prevista dopo l'estate: un'occasione di confronto tra i rappresentanti delle più importanti Regge, Ville e Parchi storici di Italia ed Europa, in cui alcuni rappresentanti di complessi sono invitati a dialogare e confrontarsi su casi virtuosi, fornendo preziosi contributi su processi e strumenti innovativi di gestione e valorizzazione.

Come si trasforma il Parco: tutti gli interventi previsti

Gli interventi previsti in FASE 1 con 23,6 milioni di investimenti

VILLA REALE

Cappella Reale
Ex Cavallerizze
Monitoraggio Ala Sud e Nord
Messa in sicurezza Ala nord

GIARDINI VILLA REALE

Muri di cinta Giardini Reali
Tempietto
Laghetto
Antro di Polifemo

PARCO REALE

Muri di cinta parco
Porta Vedano, porta Biassono, portineria Villa Reale
Villa Mirabello
Cascina Fontana
Porta Monza
Muri di cinta parco - interventi urgenti
Rimozione amianto e rifacimento coperture
Cascine
Sistemazione sicurezza Parco
Conservazione alberi monumentali
Revisione accessi pedonali/carrai
Messa in sicurezza patrimonio arboreo
Manutenzione straordinaria boschi
Riqualificazione filari e viali alberati
Cura ad alberi monumentali
Sistemazione percorsi interni
Ripristino rogge/rete irrigua

Nella FASE 2 a saranno impiegati 32,3 milioni di euro per realizzare questi interventi

VILLA REALE

Corpo centrale
Ala Nord
Serrone

GIARDINI VILLA REALE

Restauro Rotonda Appiani
Manutenzione straordinaria Giardini Reali
Serrone, Roseto, Avancorte, Corte d'Onore e Giardino Meridionale
Giardino all'inglese - laghetto
Giardino all'inglese - cannocchiale prospettico

PARCO REALE

Manutenzione straordinaria del parco; riqualificazioni e monitoraggi ambientali

Recupero delle porte principali, di cui:
- Porta di Monza
- Porta di Vedano
- Porta di Biassono
- Porta di Villasanta
- Porta di San Giorgio
Cascina Bastia
Cascina del Sole (o Cascina San Fedele)
Area filtro Serrone - Porta di Monza
Viale Cavriga e Viale Mirabello
Intervento di riqualificazione della piscina (finanziamento integrativo)

Piano di Comunicazione (potenziamento attività di comunicazione del Masterplan)

Per quanto concerne la FASE 2 B previsti investimenti per 20,8 milioni di euro

EX SCUOLA PAOLO BORSA

Finanziamento Regione Lombardia e Comune di Monza

ANELLO DI VELOCITÀ

Recupero dell'Anello di velocità, misura MISE/Regione Lombardia

RESTAURO PISCINA

Finanziamento Regione Lombardia

AREA FACOLTÀ DI AGRARIA

Misura PNRR Parchi e Giardini

TOTALE INVESTIMENTI FASE 1: 23,6 MILIONI DI EURO
TOTALE INVESTIMENTI FASE 2 PIÙ ALTRE RISORSE: 53,1 MILIONI DI EURO
TOTALE INVESTIMENTI FASE 1 + FASE 2: 76,7 MILIONI DI EURO

FASE 3

VILLA REALE

Corpo Centrale

Ala Sud
Ala Nord
Corpi di servizio - Nord e Sud
Serrone

GIARDINI VILLA REALE

Serrone, Roseto, Avancorte, Corte d'Onore e Giardino Meridionale
Giardino all'Inglese - laghetto
Giardino all'Inglese - cannocchiale prospettico
Torretta

PARCO REALE

Porta di Monza
Gestione dei boschi e filari
Gestione dei prati
Monitoraggio piante monumentali lungo i percorsi
Villa Mirabello
Villa Mirabellino
Cascina Milano
Cascina del Forno
Cavriga
Cascina Frutteto
Centro di Controllo RAI
Cascina Fontana
Cascina del Sole (intervento alternativo Cascina San Fedele)
Cascina Cernuschi
Cascina Cattabrega
Mulino del Cantone
Cascina Casalta Vecchia e Nuova
Mulini Asciutti
Fagianaia
Mulini San Giorgio
Cascina Pariana
Cascina Costa Alta
Cascina Costa Bassa
Isolino

INTERVENTI SULLE AREE SCOPERTE

Area specializzata lungo Viale di Vedano
Area specializzata presso Cascina San Fedele
Area filtro Serrone - Porta di Monza
Viale Cavriga e Viale Mirabello
Area Facoltà di Agraria

TOTALE INVESTIMENTI FASE 3: 98,5 MILIONI DI EURO

Da definirsi in base a studi di fattibilità su progetti non ancora definiti

AUTODROMO DI MONZA

Interventi vari, inquadrati nel rinnovo della concessione. Finanziati dall'ACI da Protocollo d'intesa Ministero delle infrastrutture e dei trasporti/Regione Lombardia per 77 milioni di euro, ivi inclusi gli interventi a favore dell'anello Alta Velocità stimati in 8 milioni di euro.

GOLF CLUB Interventi vari, da inquadrarsi nel rinnovo della concessione.

TENNIS CLUB Intervento di riapertura dell'accesso pedonale ai giardini della Villa da Porta Gotica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Villa Reale come la Reggia di Versailles, come sarà il futuro del parco di Monza
MonzaToday è in caricamento