rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Solidarietà / San Gerardo / Via Montevecchia

Due defibrillatori per le volanti della questura grazie a Cancro primo aiuto

I dispositivi salvavita sono stati consegnati a Monza dai vertici dall'associazione brianzola, Cri e Areu

È stata l'area esterna della questura di Monza e della Brianza ad ospitare la cerimonia di consegna di due defibrillatori destinati alle volanti della polizia. Sono stati il questore Marco Odorisio e l’amministratore delegato dell’associazione, Cancro primo aiuto onlus, Flavio Ferrari, che hanno stipulato l’accordo fra i due enti a favore dei cittadini. Presenti alla cerimonia il prefetto di Monza Patrizia Palmisani e rappresentanti della provincia, della Croce rossa e di Areu. Flavio Ferrari ha donato alla questura due defibrillatori che saranno a disposizione degli operatori delle squadre volanti continuativamente presenti sul territorio affinché, in caso di necessità o bisogno, possano intervenire a salvaguardia della salute dei cittadini, prestando loro soccorso.

Una donazione di Cancro primo aiuto, Cri e Areu


La realizzazione del progetto è stata possibile grazie alla disponibilità dell’associazione Cancro primo aiuto, da trent’anni esempio di eccellenza solidale e con il fattivo contributo del comito della croce rossa di Monza, che ha curato l’organizzazione e la tenuta di specifiche giornate formative svoltesi in Questura e rivolte agli operatori di polizia per lo svolgimento delle pratiche di primo soccorso e per il corretto utilizzo delle predette apparecchiature. L'iniziativa, rientra nell’ambito dell’accordo stipulato in uno spirito di virtuosa collaborazione tra enti posti al servizio dei cittadini e riducendo al massimo l’arco temporale a favore della persona in difficoltà. Gli agenti delle volanti hanno così ricevuto i due defibrillatori che sono stati riposti nelle due pantere, pronti ad intervenire e soccorrere quanti dovessero averne bisogno.

I ringraziamenti del questore 


Marco Odorisio ha ringraziato di cuore l’amministratore delegato di  Cancro primo aiuto onlus, Flavio Ferrari, Areu e la Croce Rossa: "per la sensibilità, disponibilità e solidarietà a favore del prossimo, valori che si uniscono a quello spirito di servizio che anima l’operatore di polizia, inteso come disponibilità ed aiuto verso chi si trova in difficoltà. Infatti le volanti della questura sono incardinate nell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, oggi qui presente, che rappresenta il vero ed autentico interprete del quotidiano servizio declinato nella sua più nobile accezione del verbo “servire” inteso come aiuto, disponibilità e sostegno a favore del prossimo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due defibrillatori per le volanti della questura grazie a Cancro primo aiuto

MonzaToday è in caricamento