rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Attualità delle industrie

Monza, uomo aggrappato al ponte: "Il cuore in gola, poi l'abbraccio col poliziotto che l'ha salvato"

Le emozioni di chi ha assistito al salvataggio

Erano le 6.30 circa di questa mattina, 17 luglio quando su viale delle Industrie a Monza si stava consumando un dramma. Nonostante fosse presto erano già molte le macchine in colonna dirette verso i laghi e le montagne. Quindi la scena del 43enne che è rimasto appeso con una mano al ponte ciclo pedonale e degli agenti della polizia di stato che cercavano di convincerlo a desistere da gesti estremi, è stata vista da tantissime persone. Non interessa sapere il perché, la motivazione rientra in un ambito privato in cui non è corretto entrare. Tramite le parole di una testimone del fatto (postate sul gruppo Facebook Sei di Monza se...) vogliamo rendere omaggio allo straordinario lavoro delle forze dell'ordine. Un grande sollievo dopo la paura per tutti coloro che stavano guardando quella scena, paura che si è sciolta quando l'agente della polizia di stato, dopo aver messo in salvo l'uomo, lo ha abbracciato. 

"Buongiorno gruppo - scrivono su Facebook - vorrei fare i miei complimenti alla squadra mobile della polizia di Monza che stamattina verso le 6:30 ha salvato una persona intenta a buttarsi dal ponte che collega la parte del cimitero a Sant’Albino. Sono stati attimi con il cuore in gola dato che ero in coda in quanto per motivi di sicurezza la polizia aveva chiuso la carreggiata.

Ma quando ho visto che sono riusciti a salvarlo, quando ho visto il forte abbraccio tra il poliziotto e la persona in difficoltà ero davvero emozionata! Complimenti!" 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monza, uomo aggrappato al ponte: "Il cuore in gola, poi l'abbraccio col poliziotto che l'ha salvato"

MonzaToday è in caricamento